GB: le truffe si evitano con l’analisi vocale

di Roberta Donofrio

scritto il

Sperimentato in 12 comuni britannici il Voice Risk Analysis, il sistema di rilevazione vocale per individuare i destinatari fraudolenti di assegni statali

336.711 sterline: a tanto ammonta il risparmio della Pubblica amministrazione britannica da quando ha attivato Voice Risk Analysis, il sistema informatico che consente di individuare le richieste di contributi fraudolente.

In Gran Bretagna, negli ultimi anni, l’assegnazione degli aiuti economici statali destinati alle famiglie è stata oggetto di un numero elevatissimo di truffe, costate allo Stato 700 milioni di sterline.

Per contrastare questo fenomeno ed evitare che lo Stato elargisca assegni a chi non ne ha diritto, in 12 Comuni è partita la sperimentazione del VRA, che attraverso l’analisi delle inflessioni vocali, delle pause e delle ripetizioni riesce a rilevare il grado di veridicità dell’interlocutore telefonico.

Gli operatori della pubblica amministrazione contattano gli utenti, mettendoli al corrente che la conversazione sarà registrata dal sistema elettronico per scoraggiare eventuali tentativi di raggiro.

Tra le circa 1000 persone contattate fino a questo momento e sottoposte al sistema di rilevazione 119 casi sono passati al vaglio dei funzionari del Consiglio per ulteriori controlli e 43 di questi si sono rivelati “positivi al test” antimenzogna.

Questo nuovo strumento si è rivelato assai efficace per l’erogazione dei sussidi statali: «Il sistema garantisce che vengano pagate con i fondi le persone che ne hanno diritto – sottolineano i responsabili – e li paghiamo anche più rapidamente».