Campania ultra-broadband con la fibra di Telecom

di Filippo Vendrame

scritto il

Telecom Italia si è aggiudicata il bando per la realizzazione  in Campania di nuove infrastrutture NGAN (Next Generation Access Network), in grado di erogare servizi innovativi a cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Con un finanziamento pubblico di 118 milioni di euro (Fondi europei FESR) a cui si aggiungono 57 milioni di Telecom, il programma per la realizzazione della rete in fibra ottica ha come obiettivo quello di fornire connettività con banda ultralarga a 119 comuni (80 già indicati da Ministero dello Sviluppo Economico e Infratel nel Bando di gara più altri 39 comuni).

Il progetto prevede il completamento della rete entro il 2015, a beneficio di 3 milioni di abitanti. I comuni interessati potranno sfruttare, su tutte le aree coperte, collegamenti con tecnologia ultrabroadband con velocità da 30 fino a 100 Megabit al secondo.

Telecom stima di raggiungere già alla fine anni 36 comuni e 52 aree di centrale, in cui è prevista la realizzazione di infrastrutture ottiche per l’abilitazione dei servizi a 30 Megabit al secondo per circa 470mila unità immobiliari.

Nell’ambito di questo programma, Giffoni Valle Piana è il primo comune della Campania dove è già completata la rete ultra-broadband di nuova generazione grazie alla posa di 16 chilometri di cavo e collegamenti per le principali sedi della Pubblica Amministrazione, tra cui la Cittadella del Cinema. Oltre a questo progetto, Telecom sta già realizzando in altre otto città campane (tra i quali i 5 capoluoghi di provincia) infrastrutture e servizi di nuova generazione in autonomia e con propri investimenti.