Fastweb spinge sulla sicurezza delle PA ed aziende

di Filippo Vendrame

scritto il

Fastweb ha presentato nuovi servizi offerti dal proprio Security Operations Center, il centro che protegge le aziende clienti da attacchi informatici. Due i nuovi servizi: FAST Security Advanced Protection, una soluzione innovativa in grado di individuare e rispondere in automatico ad attacchi avanzati e mirati e FAST Security Intelligence, per aiutare i clienti ad analizzare la propria esposizione a possibili campagne di attacco e di abuso del brand.

=> Fastweb, indirizzi IPv6 a tutti i clienti

Con i nuovi servizi FAST Security Advanced Protection e FAST Security Intelligence, entrambi gestiti e coordinati dal Security Operations Center, Fastweb innalza ulteriormente i livelli di protezione garantita. FAST Security Advanced Protection è il sistema evoluto che monitora continuamente la rete alla ricerca di ogni evento anomalo riconducibile alla presenza di malware e che interviene neutralizzandone l’attacco. FAST Security Intelligence è invece la piattaforma che intercetta e localizza le informazioni sensibili presenti in rete e sottratte alle aziende vittime di cyber attacchi aiutandole a prevenire possibili minacce future. Dal 2011, Fastweb offre alle aziende e alla pubblica amministrazione servizi di sicurezza gestita che aiutano i clienti a individuare le vulnerabilità, e a prevenire e difendersi dagli attacchi informatici. Il Security Operations Center di Fastweb, costituito interamente da personale altamente qualificato e operante 24 ore su 24 su 365 giorni nella sede di Milano, nei primi dieci mesi dell’anno ha già analizzato e gestito oltre 6 milioni eventi di sicurezza.

Soddisfatto della nuova offerta in materia di sicurezza Roberto Chieppa, Head of Marketing di Fastweb, che al riguardo ha dichiarato:

Fastweb investe da anni sulla sicurezza, essenziale per chi come noi promuove i servizi di cloud computing. Crediamo però che solo dalla collaborazione con le aziende partner possa venire uno scambio utile per mettere a punto nuove strategie per combattere il crimine informatico.