Corruzione nella PA: segnalazioni via email

di Teresa Barone

scritto il

Tutela e rispetto dell?anonimato per il dipendente statale che invia segnalazioni di illecito: l?Anac attiva l?email whistleblowing@anticorruzione.it.

Per i dipendenti pubblici arriva l?opportunità di segnalare all’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) casi di corruzione di cui sono a conoscenza in forma anonima e via email. Anche in Italia, infatti, entra in vigore il sistema di tutela dei lavoratori del pubblico impiego “whistleblowing?, secondo quanto stabilito dalla legge anticorruzione (n. 190/2012).

=> Statali: scatta il divieto di ricevere regali

L?Anac ha annunciato la volontà di rendere attrattive le disposizioni previste «aprendo un canale privilegiato» per i dipendenti pubblici che preferiscono rivolgersi all?Autorità senza intraprendere le vie interne alla PA.

Come sottolinea l?Anac in una nota, il protocollo riservato è «in grado di garantire la necessaria tutela del pubblico dipendente: saranno assicurati la riservatezza sull?identità del segnalante e lo svolgimento di un?attività di vigilanza, al fine di contribuire all?accertamento delle circostanze di fatto e all?individuazione degli autori della condotta illecita.»

=> Corruzione nella PA: incentivi a chi denuncia

La procedura (l?iter preciso sarà a breve stabilito dall?Anac) prevede l?invio delle segnalazioni all?indirizzo email whistleblowing@anticorruzione.it.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!