Valore legale della laurea: il Miur avvia sondaggio online

di Teresa Barone

scritto il

Come richiesto dal premier Monti il Miur ha attivato la consultazione pubblica sul valore legale della laurea: sondaggio online aperto fino al 24 aprile.

Il sito del Miur ha attivato il sondaggio che invita tutti i cittadini a rendere noto il loro parere sul valore legale della laurea: si tratta della prima consultazione pubblica che avviene in modalità telematica, sul portale del Ministero dell?Istruzione, chiesta dallo stesso Presidente del Consiglio Mario Monti al termine del Consiglio dei Ministri che ha discusso la riforma del titolo di studio, questione spinosa che riguarda le modalità di accesso alle professioni e ai concorsi pubblici.

Il sito del Miur dà la possibilità agli utenti di rispondere a 15 domande inerenti il valore legale della laurea come requisito per lavorare nel pubblico impiego. La consultazione sarà aperta fino al 24 aprile, e prevede la registrazione degli utenti che vogliono partecipare al questionario.

«Al termine, i contributi ricevuti saranno pubblicati sul sito del Miur, previo consenso dell’interessato e comunque in forma anonima, e costituiranno il presupposto per tutte le proposte da sottoporre al Consiglio dei Ministri oltre che per i provvedimenti del Ministero.»

Un?iniziativa che, oltre ad uniformarsi a quanto avviene nel resto dell?Europa, rappresenta un chiaro segnale del Governo di apertura verso i cittadini, chiamati a manifestare apertamente le loro preferenze soprattutto in riferimento alle riforme che più di altre hanno destato polemiche.

La riforma del titolo di studio, oggetto del referendum virtuale, infatti, ha già raccolto numerosi pareri negativi: il nocciolo della questione riguarda la possibilità che una laurea valga di più se è stata conseguita presso un determinato ateneo piuttosto che un altro, e che questo possa anche diventare un requisito che regola l?accesso a specifici concorsi pubblici. Il comitato studentesco di Link – Coordinamento Universitario Nazionale, ad esempio, ha manifestato il suo disappunto specificando che:

«Con l’abolizione del valore legale si incentiverà la nascita di atenei di serie A e atenei di serie B e si favoriranno solo quegli studenti che possono permettersi costosissimi master e decine di corsi di specializzazione post-laurea.»

Il questionario ha una durata di circa 10 minuti, e al termine sarà chiesto all?utente se preferisce autorizzare o meno la pubblicazione dei propri contenuti sul sito del Miur, in forma anonima. Il Miur ha anche predisposto un servizio di aiuto via mail rivolto a tutti gli utenti che vogliono ricevere supporto o avere maggiori delucidazioni.

Il sondaggio è raggiungibile cliccando su questo link