Ecosistema ibrido per il Cloud della PA

di Teresa Barone

scritto il

Nel prossimo triennio, le Pubbliche Amministrazioni investiranno nel Cloud con risorse on-premise ed altre outsourced: i trend dagli enti locali ed il piano in atto.

In quale direzione si stanno muovendo le strategie di progresso tecnologico messe in atto dalla Pubblica Amministrazione? Secondo il Report “Osservatorio Cloud per la PA” condotto dal Politecnico di Milano in collaborazione con Dell EMC, è il Piano Triennale per l’Informatica nella PA (2017-2020) a guidare le scelte degli enti locali.

Dalle risposte fornite dagli enti interpellati, infatti, la linea comune è quella di realizzare un Cloud della PA orientato verso un modello ibrido, composto da risorse on-premise (o proprietarie) ed altre gestite esternamente, in modello outsourced o community.

Secondo il report, nei prossimi tre anni si assisterà a una evoluzione verso questo ecosistema IT eterogeneo che coinvolgerà il 34% degli enti della PA.

Il Piano Triennale è un documento strategico che ha l’obiettivo di guidare la digitalizzazione del Sistema Paese – ha commentato Filippo Ligresti, VP & General Manager Commercial Business di Dell EMC Italia.

Dalla ricerca del Politecnico di Milano emerge che molti enti pubblici italiani hanno già in programma di lavorare seguendo le direttive del Piano, nell’ottica di accelerare la trasformazione digitale, razionalizzare la spesa pubblica in tecnologia e le strutture fisiche, migliorando la qualità del servizio ai cittadini.

Le barriere da superare per ottenere modelli di gestione esternalizzati tuttavia non mancano, soprattutto per quanto riguarda l’insorgere di perplessità legate alla sicurezza e alla privacy dei dati sensibili, ma anche criticità relative ai costi sostenuti dalle realtà piccole.

Anche le previsioni di spesa sembrano confermare questa direzione verso l’adozione di modelli ibridi nelle PA, infatti nel prossimo triennio il budget per la gestione esterna è destinato a crescere mentre a subire una riduzione sarà quello relativo all’on-premise.