Applicazioni web, la lentezza fonte di stress

di Lorenzo Gennari

scritto il

Una ricerca estesa anche all'Italia rivela che la lentezza delle applicazioni web è tra le cause di stress da lavoro. Ma per il 98% dei knowledge worker, senza di esse non si potrebbe svolgere il proprio lavoro

L’indagine “CA Web Stress Index 2009”, comissionata da Computer Associates a una società indipendente, Redshift Research, non lascia molto spazio ai dubbi: i lavoratori europei sono stressati dal web.

Il campione utilizzato è stato quello di 1000 lavoratori della conoscenza (knowledge worker) che usano il pc per lavoro almeno quattro ore al giorno. La ricerca è stata effettuata nel maggio 2009 in Francia, Germania, Italia, Spagna e Gran Bretagna.

Il 74% di questo campione ha dichiarato di dover utilizzare il web per svolgere la propria attività molto più frequentemente ora di due anni fa e quasi tutti gli intervistati (il 98%) hanno ammesso che non potrebbero più svolgere il loro lavoro senza dover utilizzare le applicazioni online.

Ogni giorno però, il 29% degli utenti delle postazioni informatiche si scontra con problemi di performance, mentre un altro 36% ha lamentato il verificarsi settimanale di cadute prestazionali. Il dato preoccupante è che il 91% ha affermato di essere costretto a usare determinate applicazioni gestionali anche se non funzionano bene. Nella maggior parte dei casi si effettuano passaggi in più rispetto alla normale prassi di utilizzo o magari si procede con “workaround” che portano a termine il lavoro, ma che allungano i tempi di attesa.

La soglia di tolleranza, per quelle applicazioni che si utilizzano più spesso, è di 10 secondi. Oltre questo limite, il 34% dei lavoratori passa ad un’altra operazione; quando sono trascorsi 20 secondi, il 55% ha esaurito la pazienza e, allo scadere del minuto, il 75% ha superato il proprio livello di sopportazione dello stress e termina la propria sessione, senza aspettare oltre.

Quanto alle conseguenze delle performance insoddisfacenti delle applicazioni, secondo il 75% sono principalmente tempi morti e cali di produttività, mentre il 41% viene colto da irritazione, e il 38% addirittura da insoddisfazione nei confronti del proprio lavoro. Dall?indagine è inoltre emerso che stando al 70% del campione intervistato, una funzione It interna di scarso livello incide negativamente sul giudizio che i dipendenti hanno sull?azienda per la quale lavorano; se i sistemi informatici impiegati al lavoro sono inadeguati, il 50% non raccomanda ad altri il l?azienda presso la quale lavora e il 32% prende addirittura in considerazione la possibilità di andarsene.

I Video di PMI