Maturità e fuga notizie, Internet protagonista

di Lorenzo Gennari

scritto il

Sono cominciati oggi gli esami di maturità 2009 per gli studenti delle scuole superiori. Le tracce dei temi sono andate online pochi minuti dopo l'apertura delle buste

Secondo quanto riportato dal sito Studenti.it, oggi qualcuno sarebbe riuscito ad informare, tramite messaggio, la community degli studenti online, circa le tracce per la prova d’italiano. L’apertura delle buste è avvenuta alle 8:30 e circa 3 minuti dopo, afferma il sito Studenti.it, sono apparse le prime indiscrezioni sui titoli dei temi.

Per la prova relativa all’analisi del testo letterario sarebbe stata scelta “La coscienza di Zeno” di Italo Svevo. L’ambito artistico-letterario, invece, è stato dedicato al tema “innamoramento e amore” in Catullo ed altri autori; per quanto riguarda l’articolo di giornale, invece, sarebbe stato scelto il tema dei “20 anni dalla caduta del muro di Berlino“. Come tema d’attualità, infine, sarebbe stato scelto Internet e il fenomeno dei social network.

Uno dei primi a commentare ironicamente l’insolita attenzione dedicata ad Internet nella scelta delle tracce per le prove è stato Beppe Grillo, da sempre sostenitore dell’importanza della rete come strumento di comunicazione. «Internet nelle prove di maturità del 2009? – Si è domandato il comico genovese – meglio tardi che mai. È preoccupante che i docenti o chi per loro se ne accorgano solo adesso.

Forse hanno dato un tema per capire come è il mondo, come sta cambiando, come sono sorpassate politica e economia, come si sta trasformando tutto. Complimenti». Quello che posso augurare – ha aggiunto Grillo – è che professori e tecnici del ministero leggano attentamente i temi che i ragazzi scriveranno. Potranno imparare molto».

Nell’era di facebook e del microblogging, gli sms o il passaparola sono stati soppiantanti dai cosiddetti “cinguettii” di twitter, che hanno giocato un ruolo importantissimo anche per la diffusione delle informazioni sull’evolversi della prova. Per quanto riguarda la fuga di notizie nel periodo precedente l’inizio della Maturità 2009, Internet invece si è rivelato, come tutti gli anni, inefficace per il reperimento anticipato dei titoli dei temi, anzi nella maggior parte dei casi, i siti hanno depistato completamente i maturandi.