No ai posteggiatori abusivi a Palermo: la petizione raccolta online su un urban blog

di Marina Mancini

scritto il

L'urban blog di Palermo organizza una petizione online per abolire i posteggiatori abusivi e consegna le firme digitali all'assessore al traffico

1016 firme digitali sono state consegnate il 22 gennaio all’assessore al Traffico del Comune di Palermo, Mario Tinerva.

Si tratta di una petizione raccolta via Internet contro i parcheggiatori abusivi sempre più diffusi a Palermo ed in tutto il Sud, complice una forte disoccupazione che colpisce l’Isola.

Nata da un’iniziativa del urban blog di bloglandia, Palermo, la petizione “Via i posteggiatori abusivi da Palermo” è iniziata l’8 giugno scorso.

L’ideatore, Walter Giannò, ex sindaco dell’urban blog e l’attuale sindaco, Beppe Vicari, si sono recati al comando della Polizia municipale e hanno consegnato le firme.

Nella petizione diretta al sindaco di Palermo, Diego Cammarata, si legge che i cittadini sottoscrittori chiedono di «intervenire per risolvere il fastidioso problema dei posteggiatori abusivi. Questi, infatti, richiedono illegalmente un prezzo per custodire l’automobile a cui è impossibile dire di no per timore di trovare una sorpresa al ritorno».

In pratica i cittadini chiedono di riprendere la sentenza 41462 del 2004 della Sezione Seconda Penale della Corte di Cassazione, ai sensi della quale i posteggiatori abusivi, che chiedono soldi in cambio della custodia dell’automobile, commettono reato e ciò indipendentemente dalla somma richiesta agli automobilisti.

Ancora una volta il Web protagonista di un processo di cittadinanza attiva. Sul blog è stato inserito un video che riprende la consegna delle firme.

Dunque l’urban blog si fa strumento affinché il cittadino possa più facilmente aprire un dialogo con l’amministrazione comunale ma è allo stesso modo un esempio di city journalism. Il gestore del sito ne ha approfittato ed ha intervistato l’assessore per approfondire i problemi della viabilità a Palermo.

L’assessore Tinerva si è complimentato per l’iniziativa ed ha assicurato che l’amministrazione comunale si sta occupando anche di questo problema che è legato anche alla nascita di grandi parcheggi al fine di estirpare l’abusivismo.