Bonus famiglia, istruzioni per la richiesta

di Lorenzo Gennari

scritto il

L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibili online i modelli per la richiesta del bonus per le famiglie a basso reditto. Previsti dai 200 a 1000 euro per i nuclei familiari con reddito complessivo non superiore ai 35mila euro l'anno

Sul sito internet dell’Agenzia delle entrate sono disponibili i moduli di autocertificazione per la richiesta del “bonus famiglia“. I documenti, scaricabili in formato pdf, sono corredati da dettagliate istruzioni per la compilazione.

Il bonus, il cui ammontare può variare da 200 fino a 1000 euro in considerazione sia del reddito sia dei componenti del nucleo familiare, può essere richiesto dai cittadini residenti, lavoratori e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che facciano parte di una famiglia qualificata come a basso reddito (reddito inferiore a 35mila euro l’anno).

I modelli previsti e disponibili online a pochi click di distanza dalla home page, sono due. Chi sceglie come anno di riferimento il 2007, per il calcolo dei propri redditi, deve presentare la richiesta al datore di lavoro o all’ente pensionistico entro il 31 gennaio 2009, utilizzando il modello “sostituto”. Nel caso in cui il beneficio non sia erogato dai sostituti d’imposta, la domanda potrà essere invece inviata, in via telematica, all’Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo 2009, utilizzando il modello denominato “agenzia”.

Coloro che, invece, scelgono il 2008 come anno di riferimento, devono presentare la richiesta al datore di lavoro o all’ente pensionistico entro il 31 marzo 2009. In tutti casi in cui il beneficio non sia erogato dai sostituti d’imposta, la richiesta può essere presentata, sempre in via telematica, all’Agenzia delle Entrate entro il 30 giugno 2009. Inoltre, i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi potranno richiedere il bonus straordinario direttamente in sede di dichiarazione.

Il beneficio viene attribuito a un solo componente e non costituisce reddito ai fini fiscali, previdenziali e assistenziali. In particolare spettano 200 euro ai titolari di pensione, unici componenti del nucleo familiare, se il reddito complessivo non supera i 15mila euro; 300 euro per il nucleo familiare di due componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore a 17mila euro; 450 euro per il nucleo di tre componenti con reddito complessivo familiare non superiore a 17mila euro; 500 euro per il nucleo familiare di quattro componenti, qualora il reddito complessivo familiare non superi i 20mila euro; 600 euro al nucleo familiare di cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore a 20mila euro; mille euro per il nucleo familiare di oltre cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non superi i 22.000 euro; mille euro per il nucleo familiare in cui vi siano figli a carico del richiedente portatori di handicap, a patto che il reddito complessivo familiare non sia superiore a 35mila euro.