Cadses: in rete 18 stati europei

di Roberta Donofrio

scritto il

Si è concluso il Programma Interreg III B CADSES che promuove progetti di collaborazione internazionale tra i paesi dall'Europa centrale e dell'area Danubiana e Balcanica

Tempo di bilanci per Cadses, il Programma comunitario co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale per la cooperazione tra i paesi dell’Europa centrale, dell’Adriatico, dell’area Danubiana e dell’Europa sud orientale.

In questi giorni si è svolta a Venezia la conferenza conclusiva per illustrare i risultati di sei anni di intensa collaborazione internazionale che ha coinvolto 18 stati e 200 milioni di persone per realizzare oltre 130 iniziative di sviluppo comunitario.

Il Veneto ha partecipato con successo a 15 di questi progetti per un valore complessivo di oltre 13 milioni di euro, ricoprendo un importante ruolo nella promozione di una maggiore integrazione economica tra i paesi aderenti al programma.

«Il territorio veneto – ha detto l’assessore all’Economia, Vendemiano Sartor – ha dimostrato grande interesse per una iniziativa europea che ha saputo mettere in sinergia le associazioni di categoria, le province, i comuni, i consorzi e gli enti strumentali del Veneto, oltre ai soggetti privati coinvolti in tavoli di partenariato, sia italiani che esteri».

Tante le questioni affrontate in questi anni dal programma Cadses – il potenziamento della pesca nell’Adriatico, lo sviluppo rurale del territorio, il sostegno finanziario alle piccole e medie imprese, la crescita urbana policentrica, l’attivazione di collegamenti tra l’Adriatico e il Baltico – i cui risultati sono ora disponibili sul sito www.cadses.net.