Energie intelligenti, un nuovo intervento

di Giulia Gatti

scritto il

Il "Fondo di rotazione per le energie intelligenti", istituito dall'Assessorato all'Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio intende promuovere il risparmio energetico e incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili

Sono queste le linee guida del Fondo di rotazione per le energie intelligenti istituito dall’Assessorato all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio con il supporto di Sviluppo Lazio: promuovere il risparmio energetico e incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili. Per far ciò, la Regione ha attivato questo fondo da 7,5 milioni di euro, per sostenere i cittadini che intendono accedere alle energie rinnovabili.

Se ne è parlato in dettaglio l’11 novembre in una conferenza stampa a cui hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo e il Direttore generale di Sviluppo Lazio, Gianluca Lo Presti.

I cittadini possono ususfruire di alcune agevolazioni, che grazie a questo fondo saranno potenziate. Chi vuole realizzare dei piccoli impianti fotovoltaici (ricordiamo che un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico che sfrutta l’energia solare per produrre energia elettrica) può richiedere un finanziamento agevolato. Oggi lo Stato dà un incentivo proporzionale alla energia prodotta e offre la possibilità di azzerare la bolletta energetica familiare. In questo contesto, il Fondo di Rotazione regionale punta a finanziare i piccoli impianti fotovoltaici fino a 20kW, tramite le Banche convenzionate, Unicredit Banca di Roma e BCC.

Il fondo consente di abbattere il tasso generale del finanziamento dal 6,5 per cento medio al 3,5 per cento, grazie a un tasso dello 0,5 per cento annuo sulla metà dell’importo finanziato per la costruzione dell’impianto fotovoltaico.

Si tratta di un programma di «microcredito per le rinnovabili» che viene a sommarsi al Conto energia e permette così ad ogni cittadino di non pagare nulla per le rate dell’installazione dell’impianto e di ridurre a zero il costo della bolletta elettrica fin dal primo chilowatt prodotto.

L’erogazione del finanziamento dura quindici anni, durante i quali i cittadini risparmiano fino a 10.500 euro sulla bolletta dell’energia elettrica. A partire dal quindicesimo anno, l’incentivo del conto energia, sommato al risparmio in bolletta si trasforma in un guadagno netto di 2.338 euro l’anno. Un impianto fotovoltaico che ha funzionato per venti anni e che può continuare a produrre per altri dieci anni, permette di risparmiare alle famiglie proprietarie dell’impianto fino a 22.190 euro.

Data la grande possibilità di riduzione dei costi per i cittadini e la conseguente tutela ambientale che deriva dalla produzione di questa energia pulita, la Regione Lazio intende creare nei prossimi mesi analoghi fondi di rotazione anche per le altre energie rinnovabili.