FIxO: istituzioni e università promuovono il Placement

di Giulia Gatti

scritto il

Con il programma FIxO, promosso dal Ministero del Lavoro, il mondo universitario può implementare i servizi di intermediazione tra offerta e domanda. L'esempio LIUC

Con il programma FIxO (Formazione e Innovazione per l’Occupazione), promosso e sostenuto dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e attuato con la collaborazione di Italia Lavoro, l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza (VA) punta a migliorare lo scambio tra chi offre e chi cerca un’occupazione.

Il programma mira infatti a potenziare e rafforzare le attività per fornire a laureati e aziende servizi su misura e opportunità mirate per favorire un incontro utile tra domanda e offerta occupazionale.

I servizi offerti puntano ad aiutare i neolaureati nel trovare un’occupazione coerente con gli studi effettuati nel minor tempo possibile, sostenendo così anche le imprese, che possono limitare i costi e abbreviare i tempi della ricerca di personale qualificato. In particolare, con il programma FIxO sono oltre 140 i tirocini di inserimento lavorativo già attivati, mentre 23 è il numero dei tirocinanti assunti dalle aziende dopo lo stage e altri 60 i tirocini che si concluderanno entro il 30 marzo del 2009.

Al termine dei tirocini è stato assunto il 43% dei neolaureati, nei settori di attività del credito, della finanza e delle assicurazioni, il 30% nel settore dell?industria, il 22% nei servizi e il 4% nel commercio. Il numero delle imprese coinvolte è di circa 3000, di cui oltre 150 nell?ambito del programma FIxO. Il ventaglio di opportunità offerte dalla LIUC è dunque molto ampio, e passa dall?orientamento alla formazione, fino all?intermediazione tra domanda e offerta di lavoro.

Giovanni Chiabrera, Responsabile nazionale di FIxO, spiega che grazie al programma del Ministero del Lavoro «si consolida il ponte tra università e mondo produttivo, nel territorio dove opera l’ateneo e non solo. Attraverso i tirocini di inserimento lavorativo, i giovani laureati possono beneficiare di una prima importante possibilità di inserimento occupazionale: si tratta però solo di un tassello in un quadro più ambizioso, volto a creare un raccordo ampio e costante tra il mondo accademico e le imprese che intendono investire sul capitale umano con alta formazione». E anche il Rettore dell’Università Cattaneo, il Prof. Andrea Taroni, ha applaudito l?iniziativa, specificandone i significativi risultati ottenuti.