Brunetta e Gelmini: scuola e Università in rete

di Giulia Gatti

scritto il

I ministri Renato Brunetta e Mariastella Gelmini hanno approntato un piano d'azione per la scuola e l'Università che, tra le altre cose, prevede la connessione WiFi all'interno degli edifici scolastici

Il ministro dell’Innovazione Renato Brunetta e il ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini hanno presentato un piano articolato in diversi punti per l’ottimizzazione scolastica.

Si tratta del piano “Scuola e Università in Rete” che sarà articolato in quattro iniziative, per quanto riguarda la scuola, e due per l’Università. Scendendo nel particolare, le iniziative per la scuola potranno contare su un budget di 41 milioni di euro, mentre quelle per l’Università si assesteranno su un budget di 23 milioni di euro.

La prima iniziativa pensata per la scuola ha la denominazione di Innova scuola e prevede la possibilità, per le sedi scolastiche, di usare strumenti come blog, wiki, videoconferenze, sviluppando contenuti didattici e anche acquistandoli in rete. Entro il mese di dicembre 2008, nelle intenzioni del piano 1.180 scuole (il 10% degli istituti scolastici principali) dovrebbero essere dotate di pc portatili, lavagne digitali, strumenti didattici digitali e fondi per l’acquisto dei contenuti. Il numero di scuole dovrebbe salire a 4.180 nel giro di un anno.

La seconda iniziativa è invece rivolta alle famiglie, con l’attivazione di servizi online come la consultazione della pagella, il registro digitale, la rilevazione di assenze e presenze con comunicazione via cellulare o via email, la prenotazione dei colloqui con gli insegnanti.

La terza iniziativa, Anagrafe scolastica, si profila a livello istituzionale e prevede l’aggiornamento costante dell’anagrafe scolastica nazionale, integrando soprattutto i temi della frequenza e dell’abbandono scolastico. Il progetto prevede di realizzare l’anagrafe in 32 province entro il 2010 (raggiungendo così il 50% della popolazione).

Nell’ultima iniziativa, dal significativo nome di La rete delle scuolesarebbe previsto che tutte le sedi scolastiche principali siano tra loro collegate in rete e alle Pubbliche Amministrazioni.

I progetti riferiti all’Università, invece, sarebbero basati sulla diffusione di soluzioni innovative per la semplificazione
amministrativa
, comprendendo una completa copertura VoIP allo scopo di promuovere la razionalizzazione e la digitalizzazione dei processi amministrativi e dei servizi per gli studenti e personale.

Infine, entro il mese di dicembre 2008 è previsto il finanziamento di 20 progetti nelle università del Sud per estendere reti WiFi e l’avvio di altri 40 progetti, presentati dalle università, per realizzare servizi avanzati per gli studenti, come la verbalizzazione degli esami e la creazione di biblioteche digitali e di segreterie online.

I Video di PMI

Le agevolazioni previste tramite ISEE