Brunetta: la pensione? Si ritira dal tabaccaio

di Roberta Donofrio

scritto il

Arrivano le Rete Amiche, il sistema ideato dal Governo per agevolare la fornitura dei servizi pubblici al cittadino affiancando gli esercizi commerciali agli uffici statali

Da settembre l’amministrazione pubblica dovrà fare i conti con le logiche della concorrenza perché i funzionari statali non saranno gli unici ad offrire i servizi di pubblica utilità ai cittadini.

È l’ennesima trovata dell’inarrestabile ministro della Pubblica Amministrazione e Innovazione Renato Brunetta che con il sistema delle “Reti amiche” ha deciso di abilitare gli esercizi commerciali all’adempimento delle operazioni fino ad oggi affidate esclusivamente agli uffici pubblici.

In sostanza si tratta di una rete di esercizi adibiti a terminali statali, grazie alla quale il cittadino potrà scegliere la sede più comoda per effettuare, ad esempio, i versamenti per i contributi e confrontarne l’efficienza.

E se da settembre si potranno fare le prime operazioni Inps dal tabaccaio, da novembre potranno essere versati i contributi per le prestazioni lavorative occasionali ed entro il prossimo anno i pensionati potranno scegliere di servirsi del tabaccaio per ritirare parte dell’assegno mensile.

Ma Brunetta ha annunciato che presto anche i centri commerciali, le poste e le banche verranno dotati di computer per accedere ai servizi di consultazione dati e nel giro di qualche anno potrebbero essere addirittura abilitati al rilascio e al rinnovo dei documenti personali.