E-Procurement: al via progetto europeo

di Marianna Di Iorio

scritto il

Al via dal 23 maggio il progetto "Pan-european Public Procurememt On Line" dell'Unione Europea per rendere interoperabili le infrastrutture di e-Procurement

Partito il 23 maggio il progetto “Pan-european Public Procurement On Line” voluto dall’Unione Europea per promuovere l’interoperabilità tra le infrastrutture di e-Procurement dei diversi Paesi membri dell’Unione.

Il nostro Paese partecipa all’iniziativa, insieme a Francia, Germania, Austria, Finlandia, Danimarca, Norvegia e Ungheria. Le istituzioni italiane che offriranno il proprio contributo sono il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Cnipa, il Consip, il Csi Piemonte, Intercenter e Infocamere.

Il progetto, che avrà una durata di 36 mesi, avrà l’obiettivo di garantire lo scambio telematico di fatture, certificazioni digitali, cataloghi e ordini vari.

La Pubblica Amministrazione italiana potrà garantire le gare online ai fornitori europei. L’Italia mette a disposizione un budget pari a 2,1 milioni di euro a fronte dei 19,6 milioni di euro dell’intero progetto. A far da padrone, il Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha deciso di finanziare il progetto con 1,1 milioni di euro.

Le imprese italiane, in particolar modo quelle di piccole e medie dimensioni, potranno partecipare ai bandi elettronici disposti dagli altri Stati membri.