Milano Semplice: ora l’email è certificata

di Marina Mancini

scritto il

Dopo i servizi attivati con Milano Semplice ora il Comune attiva la PEC, posta elettronica certificata, per i cittadini milanesi

Sul sito internet del

Comune
meneghino è attiva dal 6 maggio la "mail to Pec", realizzata in collaborazione con Poste italiane, che equipara l’ufficialità di una mail inviata dall’indirizzo nome.cognome@milanosemplice.it ad una raccomandata.

Semplificare e favorire l’interazione tra cittadini e Pubblica
Amministrazione e diffondere l’utilizzo delle comunicazione telematiche verso la PA lo scopo della scelta dell’amministrazione milanese.

Attraverso la casella certificata gli atti inviati al comune avranno la validità di quelli inviati per raccomandata o lasciati direttamente agli sportelli municipali, venendo in contro alle necessità degli utenti ed evitando code e tempi di attesa.

La Posta Elettronica Certificata, che reca la firma digitale, è infatti un sistema simile a quello "tradizionale", a cui sono state aggiunte funzioni e caratteristiche che danno agli utenti la certezza, con valore legale, dell’invio e della consegna dei messaggi email al destinatario
attraverso una marca temporale che certificata data ed ora di invio e ricezione.

L’iniziativa del comune di Milano è inserita nel progetto “la P.A. va al cittadino: semplificazione, qualità e decentramento? che punta a facilitare la vita dei milanesi creando canali privilegiati di comunicazione.

Enti, privati cittadini, imprese che devono inviare comunicazioni ufficiali,
evitare code e spese di raccomandate, sostituire la posta cartacea per
semplificare i rapporti con gli altri enti potranno utilizzare la PEC del
Comune, servizio possibile per tutti coloro che dispongono di un indirizzo mail
attivato su
MilanoSemplice.it
.

Annunciato dall’assessore ai Servici civici e Semplificazione Stefano Pillitteri, il nuovo servizio è illustrato sul

portale del Comune
.

Pillitteri, tra l’altro, nei giorni scorsi ha inviato 700 mila lettere ai
milanesi invitandoli ad usare l’autocertificazione. Il suggerimento è di non fare lunghe code agli sportelli per richiedere certificati, appositi moduli per l’autocertificazione sono disponibili sul sito del Comune.