Diamogli credito: prestito agevolato per i giovani studenti

di Marina Mancini

scritto il

Diamogli credito è un Protocollo di Intesa tra Ministeri e Associazione Bancaria Italiana, che permetterà agli studenti di pagarsi le spese universitarie

Un Protocollo d’intesa che permette agli studenti, alle prese con la
formazione universitaria e post universitaria, un facile accesso al credito per
sostenere autonomamente le spese universitarie è stato firmato dal Ministero
dell’Università e della Ricerca
, dal Ministero per le Politiche Giovanili
e le
Attività Sportive,
dal Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica
Amministrazione
, e dall’ABI Associazione Bancaria Italiana.

Il progetto "Dagli credito", attraverso la stipula di apposite convenzioni con i
singoli istituti bancari, consente  l’accesso al credito da parte degli
studenti universitari e post-universitari di qualunque nazionalità, purché
residenti in Italia, con età compresa tra i 18 e i 35 anni e che corrispondano a
determinati requisiti di merito.

I giovani potranno presentare domanda di credito per pagare tasse e contributi
universitari
, partecipare a un programma comunitario Erasmus,
iscriversi a un master post-universitario, acquistare un PC portatile
con connettività wi-fi,
pagare le spese connesse alla locazione per i
fuori sede.

Sostenere i processi di crescita delle giovani generazioni è il fine che si sono
proposti i Ministeri coinvolti e l’Abi con la sigla di questo accordo. Con il
progetto di mettere in condizione i giovani di investire responsabilmente sul
proprio futuro e avere un più libero accesso al sapere e alla formazione.

Unica garanzia da parte degli studenti la propria determinazione e i requisiti di merito al fine di sostenere autonomamente
le spese connesse alla propria formazione. Per quanto riguarda infatti la
questione garanzie, non serve né la busta paga, né la firma dei genitori. A far da garante sarà direttamente il Governo che,
grazie al Fondo per il credito ai giovani costituito presso il Pogas (Politiche
giovanili e attività sportive), ha messo a
disposizione 33 milioni di euro per il triennio 2007-2009. Queste risorse
andranno a coprire il 50% della somma finanziata.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell’iniziativa, presso cui si possono reperire tutti i dettagli operativi.