T5000: la cam che mette a nudo i cittadini

di Roberta Donofrio

scritto il

La società britannica ThruVision ha sviluppano una nuova cam per la sorveglianza degli spazi aperti che consentirà alle forze dell?ordine di guardare attraverso gli abiti

Le forze dell’ordine britanniche a breve si doteranno di una nuova tecnologia di sorveglianza: si chiama T5000 ed è la cam di sicurezza in grado di guardare attraverso i vestiti.

Il dispositivo che è stato sviluppato dalla società ThruVision, consente di identificare esplosivi, liquidi, narcotici, armi, plastiche e ceramiche nascoste sotto i vestiti da 25 metri di distanza.

L’innovativa cam, realizzata in collaborazione con il RAL, il Rutherford Appleton Laboratory ente finanziato dal Governo britannico, utilizza i raggi T, T-rays, termine con cui si indicano le frequenze nel range dei terahertz.

«T-rays – assicurano i produttori del dispositivo – sono una forma di energia di bassa potenza emessa in natura da tutti i materiali, incluse rocce, piante, animali e persone. Possono superare fumo, nuvole e molti solidi come i vestiti e, in certi casi, persino i muri».

E il T5000 che in realtà nasce come applicazione di sicurezza di tecnologie utilizzate in ambito astronomico dall’ESA, l’Agenzia spaziale europea, acquisisce questi T-rays e li elabora per formare immagini capaci di rivelare oggetti nascosti sotto i vestiti.

Per quanti temono che la nuova cam costituisca una minaccia alla riservatezza dei cittadini i produttori assicurano le immagini scansionate non rivelano nessun dettaglio anatomici del corpo.

Il vantaggio rispetto agli scanner millimetrali è rappresentato dalla possibilità di effettuare scansioni su soggetti in movimento, riducendo i rallentamenti a cui erano costretti i cittadini ad esempio all’ingresso in uno stadio o in una stazione della metropolitana.