Banda larga nelle aree industriali laziali

di Marianna Di Iorio

scritto il

Al via i lavori per diffondere le reti telematiche a banda larga nelle aree industriali e nei parchi tecnologici del Lazio

8 milioni di euro: è questo l’importo complessivo dell’appalto che prevede la diffusione delle reti telematiche a banda larga nelle aree industriali e nei parchi tecnologici del Lazio.

Il bando è gestito dal LAit, la società di informatica della Regione Lazio, con la collaborazione dell’assessorato alla Tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa. Il fondo, invece, proviene dal Docup.

«Attraverso questo intervento – ha dichiarato Regino Brachetti, presidente di LAit – per la cui fase operativa mancano solamente delle autorizzazioni formali di alcuni Comuni, una parte importante del sistema industriale regionale viene dotato delle infrastrutture telematiche di cui ha bisogno, per competere alla pari in un mercato in cui l’accesso alle infrastrutture tecnologiche più evolute può fare la differenza».

In particolare, l’importo complessivo pari a più di 8 milioni di euro sarà suddiviso in 3 lotti più un intervento presso il Polo Tecnologico Romano:

  • 105mila euro al Polo Tecnologico Romano;
  • cira 2milioni e 500mila euro al Lotto 1 Roma-Latina;
  • circa 2milioni di euro al Lotto 2 Rieti-Viterbo;
  • circa 3milioni e 500mila euro al Lotto 3 Frosinone.

Come ha dichiarato Mario Michelangeli, Assessore alla Tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa della Regione Lazio, si tratta di un importante provvedimento «che renderà ancora più competitivo il Lazio, in Italia e in Europa. Aiutare il nostro sistema industriale significa dotarlo delle infrastrutture necessarie al perseguimento degli obiettivi di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita dei cittadini».