WiMax: arriva l’offerta di Aria

di Roberta Donofrio

scritto il

Partirà il 2 febbraio l'offerta di connettività in tecnologia WiMax del provider Aria. L'Umbria sarà la prima regione italiana, ma entro giugno la copertura sarà estesa al territorio nazionale

Da febbraio una nuova offerta di broadband arriverà nelle case italiane. Aria, l’unico operatore italiano che si è aggiudicato la licenza per i servizi di telecomunicazione in modalità WiMax avvierà la commercializzazione del proprio servizio dal prossimo mese.

I primi ad usufruire della connessione via etere saranno i comuni dell’Umbria, 21 per la precisione, per un totale di 90.000 utenti tra famiglie ed imprese.

«L’impegno che ci siamo presi è quello di portare la banda larga in quelle aree dell’Italia che al momento sono in digital divide completo – ha dichiarato il direttore generale di Aria Franco Grimaldi, sostenendo che il WiMax – possa e debba essere usata per migliorare la vita delle persone ogni giorno: i giovani che si sentono tagliati fuori dal mondo, le famiglie che non hanno accesso ai principali servizi finanziari e della Pubblica Amministrazione e le imprese che devono poter competere sui mercati globali».

Entro il 30 giugno 2009 la società ha intenzione di installare 1.200 stazioni WiMax su tutto il territorio nazionale, «il servizio sarà a brevissimo termine attivato in più di 100 comuni italiani del nord, del centro e del sud che si trovano, appunto, in situazioni di svantaggio tecnologico non avendo la banda larga».