Progetto Winsoc: nuove reti wireless dall’Ue

di Giulia Gatti

scritto il

Un progetto Ue prevede la realizzazione di reti wireless con capacità di auto-organizzarsi come gli organismi viventi

La Ue sta portando avanti un progetto piuttosto interessante ed ambizioso. Si tratta della realizzazione dei primi prototipi delle nuove reti di sensori wireless con capacità di auto-organizzazione, su modello degli organismi viventi.

Il progetto si inserisce all’interno dell’iniziativa di ricerca europea chiamata “Winsoc”, co-finanziata dalla Commissione europea attraverso Infso, (Direttorato generale per l’Information society e media) con un budget di 3,9 milioni di euro e supervisionata, in qualita’ di coordinatore scientifico, dall’italiano Sergio Barbarossa dell’Universita’ di Roma “La Sapienza”.

Le nuove reti realizzate dal progetto Winsoc saranno utilizzare prevalentemente in campo ambientale, per monitorare gli habitat e prevenire eventuali problemi.

Fa parte del progetto anche l’IEEE, l’organizzazione no-profit che riunisce professionisti di tutto il mondo impegnati nello sviluppo della tecnologia. L’organizzazione ha annunciato che, a livello sperimentale, già funziona una rete di sensori nella foresta pluviale di Kerala, in India. Questa rete è stata installata allo scopo di segnalare in anticipo eventuali frane durante il periodo dei monsoni.

Anche in una foresta della Repubblica Ceca è stata predisposta una rete simile, per determinare il prima possibile fonti di fumo e calore in modo da intervenire immediatamente in caso di incendi.