Regione Umbria: approvato il piano telematico 2008 -2010

di Marina Mancini

scritto il

La Giunta della Regione Umbria approva il piano telematico 2008 - 2010 a vantaggio di cittadini ed imprese ed amplia la diffusione della banda larga

Costa 34 milioni di euro è il Piano telematico per l’Umbria 2008 – 2010 approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture tecnologiche Lamberto Bottini.

Obiettivo del Piano: fornire servizi avanzati ed accessibili ai cittadini
della regione e ridurre il digital divide umbro. Tra i progetti più importanti la realizzazione di una infrastruttura di uso pubblico a banda larga da connettere a quelle esistenti, così da raggiungere tutto il sistema della Pubblica Amministrazione sul territorio regionale.

Diverse le fonti di finanziamento, dei 34 milioni previsti, 25 milioni e
mezzo dovranno essere investiti entro il 2009 e la quota restante entro il
2013.

Il Piano, redatto da CentralCom S.p.A., prevede la collaborazione dei privati al fine di sviluppare un mercato rispondente alle più avanzate richieste di connettività.

Un gruppo di lavoro nominato dalla Giunta Regionale ha lavorato per integrare le attività della Regione in materia di comunicazione analogica e digitale, di infrastrutturazione territoriale a banda larga e nello sviluppo dei contenuti digitali per l’erogazione dei servizi della Pubblica Amministrazione. Gli esiti delle ricerche sono stati forniti alla CentralCom che ha redatto il piano.

«Il documento ? ha spiegato l’assessore Bottini – individua diversi livelli di fabbisogno sul territorio regionale. In alcune zone dell’Umbria la banda larga di prima generazione può infatti sufficientemente garantire il cosiddetto servizio universale. In altre aree, dove c’è più concentrazione di funzioni, di residenti, di attività produttive ed industriali, occorre invece disporre di infrastrutture con superiori quantità di banda larga, definite di seconda, terza e quarta generazione in rapporto ai megabit disponibili».

Migliorare la comunicazione e la connettività dei cittadini e delle imprese e rendere più efficaci i servizi ICT della PA è l’impegno che si assume la Regione Umbria con l’approvazione del piano che fa riferimento alle linee guida per i piani territoriali per la banda larga predisposte, lo scorso anno, dal comitato banda larga ed approvate dalla Commissione permanente per l’innovazione tecnologica negli enti locali e nelle Regioni e dalla conferenza unificata.