Spiagge online a Venezia, WiFi al Lido

di Marina Mancini

scritto il

Il Comune di Venezia presenta il progetto Spiagge online: un sistema di cablatura wireless e a banda larga per le spiagge del Lido

Puoi ordinare una pizza inviando un e-mail, chattare con gli amici disteso al sole, fare acquisti online, aggiornare il tuo blog, tutto questo e non solo, direttamente dalle spiagge di Venezia.

Il vice sindaco di Venezia, Michele Vianello, ha presentato il 12 Aprile, nella sala della musica dell’hotel Ca’ Sagredo, il progetto “Spiagge online: si può ordinare una pizza in modo innovativo?” il nuovo sistema Wi-Fi di accesso alla rete Internet, in banda larga, che sarà attivo su tutte le spiagge del Lido a partire dalla prossima stagione.

L’amministrazione comunale veneziana ha installato lungo la linea costiera di tutti gli stabilimenti della società Venezia Spiagge un sistema di
interconnessione alla rete in modalità wireless che sarà già attivo questa estate.

La cablatura wireless, che nel 2009 coprirà tutta la città, è disponibile per qualsiasi stabilimento privato e può essere richiesta anche dagli alberghi.

Il bagnante che acquisterà un abbonamento di accesso al lido privato riceverà, oltre alla chiave della cabina, anche quella di accesso alla rete ed una password che consentirà l’accesso gratuito al Web. Per l’ospite occasionale la connessione costerà 3 euro al giorno.

La rete wireless potrà essere usata con pc, palmare e telefono cellulare di ultima generazione.

Spiagge online è un altro passo avanti nell?ambito del progetto Venice Connected, che vedrà un secondo step, ad agosto, durante la Mostra del Cinema.

Per favorire ancora una volta il turista alcune società veneziane che si occupano di mobilità, trasporti ed informatica attiveranno un servizio di prenotazione che, attraverso un’unica transazione, permetterà di prenotare un garage, l’ombrellone in spiaggia, un biglietto Actv ed avere informazioni su Venezia in formato multimediale.

Venice Connected, il cui scopo è favorire il cittadino ed il turista
riducendo i costi di transazione e sveltendo le prenotazioni, sarà presentato al prossimo Forum PA a Roma e all’Expo di Shangai nel 2010.