Sistema Pubblico di Connettività, ora operativo

di Marianna Di Iorio

scritto il

È diventato operativo il Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione. Lo hanno annunciato il Ministro Luigi Nicolais e il presidente del CNIPA Fabio Pistella

Il Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione è diventato operativo. A darne l’annuncio ci hanno pensato il Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella PA, Luigi Nicolais, e il Presidente del CNIPA, Fabio Pistella.

Il progetto, ambizioso nell’obiettivo in quanto punta a trasformarsi in una delle più grandi infrastrutture telematiche pubbliche nel mondo e la maggiore in Europa, era già stato presentato lo scorso mese dal CNIPA. La stessa CNIPA è, appunto, l’organizzazione che si è dedicata alla realizzazione dell’iniziativa con il supporto di alcuni operatori del settore informatico e telecomunicazioni.

«La reingegnerizzazone dei processi nella Pubblica Amministrazione dispone oggi dell’infrastruttura nazionale, il Sistema Pubblico di Connettività e di Cooperazione applicativa – ha commentato il ministro Nicolais – in grado di supportarne l’attuazione e consentire lo scambio di comunicazioni, dati e servizi in modalità telematica, dalla connessione in rete ai servizi evoluti della PA».

Allo stesso modo, è diventata operativa anche la Rete Internazionale della Pubblica Amministrazione Italiana (RIPA), ossia l’estensione all’estero dell’SPC. In particolare, la Rete collega 450 sedi della PA, in oltre 120 paesi stranieri.

«Con queste due infrastrutture, l’Italia si pone all’avanguardia nel mondo e la sua Pubblica amministrazione dispone di requisiti tecnologici e funzionali paragonabili, se non superiori, ai più competitivi settori privati», ha commentato Fabio Pistella.

È stato, inoltre, realizzato un Centro di supervisione, sotto la guida di IBM, per coordinare il sistema di sicurezza e i servizi ICT forniti.

Ad ogni modo, saranno oltre 1 milione i telefoni che utilizzeranno le stesse infrastrutture e più di 550 mila i personal computer dell’Amministrazione centrale.