La Farnesina usa già il VoIP

di Marianna Di Iorio

scritto il

La Finanziaria 2008 prevede l'obbligo per la PA di utilizzare il VoIP all'interno delle proprie strutture. Il Ministero degli Affari Esteri è già pronto

Il Ministero degli Affari Esteri ha terminato i lavoro che prevedono la sistemazione di impianti di comunicazione per la trasmissione di voce, dati e immagini attraverso la Rete.

La Farnesina, dunque, in un comunicato stampa ufficiale si dichiara già pronta a rispondere agli obblighi imposti dalla Finanziaria 2008: a partire dal prossimo Gennaio o alla scadenza dei contratti in corso, le PA dovranno comunicare esclusivamente attraverso il VoIP.

La tecnologia VoIP è stata utilizzata, per la prima volta nei giorni scorsi, per effettuare comunicazioni telefoniche tra gli Uffici del Ministero e 15 Rappresentanze diplomatico-consolari. L’obiettivo è quello di estendere il nuovo mezzo di comunicazione a tutte le Sedi che si trovano all’estero e che dispongono di adeguate infrastrutture tecnologiche.

In particolare, si legge nel comunicato, «attualmente sono incluse le comunicazioni “on-net”, cioè tra il Ministero e le Sedi presso cui il servizio è attivo. Successivamente sarà valutata, in base alla convenienza economica, la possibilità di estensione anche alle comunicazioni “off-net”, cioè con ogni altro soggetto non compreso nella Rete Internazionale della Pubblica Amministrazione (RIPA).

Con questa strategia, la Farnesina punta a ottenere prestazioni a qualità elevata e un notevole abbattimento dei costi.