L’animazione per il marketing

di Chiara Basciano

scritto il

Campagne marketing basate su motion graphics: quando le animazioni ottimizzano i costi e amplificano i risultati.

Fino a qualche decennio fa l’animazione erano relegati al mondo infantile, ma i giapponesi l’hanno capito presto: una comunicazione visuale basata su motion pictures è capace di parlare a tutti i livelli, grazie all’immediatezza del video, che nell’ambito dell’animazione si aprono molte possibilità creative.

Di fatto, le aziende che hanno puntato ad una comunicazione attraverso animazioni hanno visto aumentare, nel 2018 hanno registrato +80% di tasso di conversione sui loro siti web.

=> 5 consigli per il video marketing

L’animazione non solo permette di essere più creativi e di esplorare un linguaggio nuovo ma permette anche di tagliare costi. Laddove ci sarebbero attori, scenografie ed attrezzature si trovano solo disegni digitali.

Ma non bisogna sottovalutare l’importanza della qualità. È necessario, infatti affidarsi, ad esperti del settore, per garantirsi non soltanto le idee migliori ma anche le realizzazioni più professionali. Il lato più interessante è che non ci sono limiti, si può osare perché con il disegno tutto è possibile.

L’animazione viaggia su due binari, la televisione e il web, catturando l’attenzione per diverse fasce di utenti. Si può pensare anche a spot più brevi per la prima e versioni più lunghe per il secondo. Se l’animazione è creativa e ben fatta sarà condivisa sui canali social, permettendo alla campagna marketing di raggiungere risultati molto alti, anche grazie ai risultati SEO tipici della comunicazione video, capaci aumentare il traffico di ricerca anche del 157%.