Il congedo matrimoniale

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Quando ci si sposa si può usufruire del congedo matrimoniale, ecco come funziona.
Quando ci si sposa, si rischiano di perdere molti giorni lavorativi e molto spesso prendere delle ferie non retribuite può essere una scelta difficile. Ma con il congedo matrimoniale questo problema è risolto. Il congedo matrimoniale è un periodo retribuito che consiste in un periodo di assenza dal lavoro pari a 15 giorni.
Questi 15 giorni devo essere sfruttati consecutivamente, infatti non possono essere frazionati.
Questo congedo deve essere presso ovviamente in occasione del matrimonio, devono poi essere comunicati al proprio datore di lavoro, i giorni di congedo, naturalmente il tutto deve avvenire con un periodo adeguato di preavviso.
Per quanto riguarda la retribuzione, tutto il periodo di congedo matrimoniale è retribuito, le modalità di pagamento possono variare da ruolo e lavoro. Inoltre l’assegno è utile ai fini del calcolo del TFR ed è prevista la maturazione regolare delle ferie e della tredicesima mensilità.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari