Alla scoperta del social media analyst

di Chiara Basciano

scritto il

Di cosa si occupa il social media analyst e quale percorso deve seguire.

Segnalata come una delle figure più ricercate in questo momento dalle aziende, il social media analyst si affianca al social media manager per una gestione completa della comunicazione virtuale. Il suo è un profilo più tecnico, capace di avere uno sguardo più matematico-economico sul mondo social.

=> Scopri le professioni digitali

Il suo lavoro si basa sull’utilizzo di software, utili per studiare le conversazioni online e per individuare le parole chiave di un determinato settore. Si occupa di produrre report periodici per i clienti e supporta la definizione delle strategie, grazie alle informazioni tratte dalle conversazioni online. Per diventare social media analyst si possono seguire diverse strade. Aver studiato marketing può aiutare ad avere uno sguardo più largo, mentre gli studi statistici offrono l’opportunità di gestire al meglio gli strumenti di analisi.

=> Vai ai mestieri social

La sua collocazione è molto varia e può trovare lavoro in agenzie di comunicazione, in aziende o in strutture che si occupano di ricerca. Questo profilo rappresenta una risorsa utile nella gestione interna nell’ottica di un’impostazione sempre più consapevole di attività sui social media. La sua retribuzione va da un minimo di mille euro, per quanto riguarda le figure junior, fino ad arrivare a 2.500 per quelle senior di livello medio. Ma le opportunità di carriera sono molte, sta tutto all’intraprendenza personale e alla dimostrazione dell’importanza del proprio lavoro all’interno delle aziende.