Un piatto sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Lavoro, tempo e gestione per poi recuperare le energie in pausa pranzo, ma cosa si mangia oggi.

L’ossesione per il cibo è entrata ormai da molti anni anche tra le scrivanie dell’ufficio, ma se dentro casa è più semplice preparare i cibi migliori, sul lavoro potrebbe rivelarsi più complicato.

=> La pausa pranzo? In ufficio, lavorando al pc

La salute è lo specchio, tra tante altre cose, di ciò che mangiamo ma purtroppo molto spesso per prigrizza e altre difficoltà sul lavoro si perdono le buone abitudini. Ovviamente sul lavoro è complesso preparare piatti sul momento, questo perché pochissimi lavoratori tornano a casa per la pausa pranzo, il restante dei lavoratori deve portarsi il pranzo da casa. Questo però si traduce quasi in cibi spazzatura, pranzi saltati o poco sani. La prima cosa da ricordare e di fare una pausa pranzo, l’errore che può accedere quando si è presi dal lavoro è non mangiare, mantenere questa abitudine fa male sia al fisico sia al rendimento sul lavoro, questo perché si priva il corpo di nutrienti fondamentali per tutte le attività psicofisiche

=> Eccesso di cibo in ufficio: cosa fare?

La scelta del cibo è quindi fondamentale, gli alimenti da eliminare sono quelli troppo conditi, troppo grassi e con troppe salse. La scelta preferita ricade suoi sandwich, se proprio non si riesci a fare meno di questa tipologia di pranzo, si può deviare in meglio almeno sulla farcituara, abbandonare quindi i salumi e preferire pollo,salmone o verdure, variare gli ingrediente aiuterà a pranzare in modo sempre diverso e sopratutto più sano. Naturalmente i cibi sono molteplici oltre i panini, come le torte salate, insalatone o paste fredde. La maggior parte dei lavoratori dispone anche dei buoni pasto, anche in questo caso la scelta migliore è quella di basare la propria pausa pranzo all’insegna della leggerezza, questo perché esagerare, fa lavorare male e fa sentire stanchi. Evitare di fare un pranzo completo, ciò vuol dire di scegliere soltanto fra il primo o il secondo ed infine non dimenticate mai la frutta. Infine è importante non sbagliare neanche il luogo, questo significa non rimanere sempre in ufficio, anche se per poco tempo uscite all’aria aperta, sopratutto quando si presenta una bella giornata di sole. Per la compagnia le proprie sensazioi sapranno aiutare, ricordando però che la solitudine non è sempre la scelta migliore passare la pausa pranzo in compagnia, positiva, aiuta ad allentare la tensione lavorativa.