I doveri dei lavoratori

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Diritti e doveri dei lavoratori, ecco quali sono.

Il lavoro è basato su una serie di diritti e doveri è il rapporto tra datori e lavoratori determina una serie di norme giuridiche garantendo i propri diritti e stabilire i rispettivi doveri.

Seguire le norme

Il lavoratore deve conoscere le norme in vigore ma deve allo stesso tempo aggiornarsi sui cambiamenti, tutto questo è indispensabile per far valere i propri diritti e conoscere i propri doveri. Le norme cambiano anche dal tipo di lavoro che si svolge, ad esempio il lavoro può essere svolto in maniera subordinata o in modo autonomo. L’articolo 2222 del Codice Civile riconosce come lavoratore autonomo colui che si obbliga a compiere, previo corrispettivo, un’opera o un servizio con lavoro proprio e senza subordinazione nei confronti del committente. Per lo specifico i lavoratori in proprio o detti anche liberi professionisti. Il lavoratore subordinato al contrario non può gestire liberamente il tempo dedicato al lavoro, viene pagato tramite retribuzione secondo il tipo di contratto d’assunzione.

Pause e pc: gli obblighi di legge

Entrando nello specifico per quanto riguarda i doveri, sul lavoro si trova l’obbligo di diligenza nonché consiste in una prestazione lavorativa adeguata, professionale e precisa. Dopo di che si passa all’obbligo d’obbedienza nel quale si devono compiere le direttive nel proprio datore di lavoro. Ed infine l’obbligo di fedeltà che riguarda in sintesi il divieto di concorrenza ed obbligo di riservatezza. Per quanto riguarda i diritti troviamo i diritti patrimoniali, i diritti personali e i diritti sindacali.

Permessi sul lavoro

I diritti patrimoniali riguardano gli elementi economici dalla retribuzione al trattamento di fine rapporto. I diritti personali riguardano l’integrità fisica e la salute, nonché un ambiente sicuro e controllato, periodi di riposo, quotidiano, settimanale e festivo, mansioni adeguate e la tutela a conservare il proprio posto di lavoro in caso di malattia, infortunio, servizio militare, gravidanza e puerperio. Infine i diritti sindacali nonché poter esercitare l’attività sindacale e parteciparvi sul luogo di lavoro.