Telelavoro solo truffe

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Annunci sul telelavoro, ecco come difendersi dalle truffe.

Il telelavoro permette di lavorare quando e dove si vuole, anche se per riuscire a renderlo un successo serve organizzazione e concentrazione.

La doppia faccia del telelavoro

Il telelavoro è una realtà utile che ha cambiato e migliorato il mondo del lavoro, ma come per il classico lavoro ci si deve districare tra gli annunci per inviare la propria candidatura. Anche in questo ambito però bisogna fare attenzione alle truffe, molto presenti per questa tipologia di lavoro. Per fortuna ci sono degli elementi che possono aiutare a capire, sin dall’annuncio o poco dopo, la truffa, ecco allora in che modo capire il tranello negli annunci del telelavoro. Leggere attentamente gli annunci è una regola che comprende tutti i tipi di lavoro che sia in ufficio o da casa, questo perché aiuta a identificare tramite le frasi e il tipo di compilazione la veridicità dell’annuncio. Sopra la lista si trova l’annuncio creato con frasi ad effetto ma con nulla di concreto, come ad esempio l’esplicita spiegazione dei pro di un telelavoro ma con l’assenza di indicazioni essenziali come ragione sociale, indirizzo, numero di telefono e partita iva dell’azienda.

Truffe e lavoro

L’intento di chi crea tali annunci è spesso e purtroppo quello di rubare dei soldi, non solo il tempo, per questo gli annunci che chiedono da subito dei soldi a qualsiasi titolo e qualsiasi importo, devono essere assolutamente evitati. Anche perchè può capitare che qualche azienda si faccia pagare per un corso o training di avviamento al lavoro, ma in ogni caso il costo del corso verrebbe detratto dal primo stipendio e non con un pagamento anticipato. Sempre sulla stessa linea si trova l’invito all’acquisto dei kit con prodotti dimostrativi prima dell’assunzione, anche in questo caso possono esistere lavori similari ma ovviamente la merce da vendere non deve essere acquistata. Bisogna escludere anche tutti gli annunci che promettono guadagni milionari, il telelavoro è una modalità differente di lavoro soprattutto per l’ubicazione e l’orario, ma è pur sempre un lavoro, in poche parole si deve comunque passare da un colloquio ed è sempre presente un’azienda. Evitare quindi annunci/colloqui fantasma, anche per questo tipo di lavoro è importante ricercare nell’annuncio e poi su internet l’azienda, la partita iva o i contanti per accertare la reale presenza dell’azienda e quindi del lavoro.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari