La salute a rischio

di Francesca Vinciarelli

scritto il

In pericolo la proprio salute quando si lavora troppo, ecco i motivi.

Il lavoro è l’attività principale che occupa gran parte della giornata, ovviamente la gli impegni e la routine portano a vivere il tutto con stress e molta stanchezza.

Salute: il welfare integrativo in Italia

Ritrovarsi alla fine della giornata senza un minimo di energia è la normalità per molti lavoratori, ma questo stato fisico se duraturo può portare conseguenze più gravi del previsto. Il problema non è si presenta per il semplice lavoro, già molto stancante, ma quando si tende ad esagerare che sia autonomamente oppure sotto richiesta. Infatti spesso si tende a rimanere collegati e lavorare anche oltre l’orario anche se non si è presenti in ufficio, la tecnologia da infatti la possibilità di rimanere collegati ovunque, così però non si stacca mai la spina del tutto neanche quando si torn a casa, nel weekend o in vacanza.

Manager in salute

Dedicare energie e tempo con tanta dedizione può sembrare ammirevoli, ma non è così, anzi lavorare troppo porta con il tempo dei danni sia al fisico che alla menta. Se inizialmente lavorare di continuo può sembrare un abitudine senza risvolti negativi, dopo solo qualche settimane si può rischiare di diventare irritabili e nervosi, oltre che con se stessi anche con gli altri. Ma questo non crea problemi solo con sconosciuti e colleghi, ma anche con i propri familiare e molto spesso il rischio è sottovalutare il danno e perdere l’attenzione sull’importanza delle relazioni affettive. Ed inoltre la stanchezza e lo stress non daranno la possibilità di vivere al meglio i momenti della vita fuori dal lavoro.

Incivili sul lavoro, salute a rischio

Esserci sempre e ovunque non aiuta neanche ad essere perfetti, lavorare tanto non significa per forza lavorare bene, se il lavoratore per colpa di stanchezza e stress perde l’autocontrollo, si troverà in poco tempo in difficoltà anche sul lavoro. Bisogna saper valutare gli impegni importanti e si deve stilare una lista sui compiti da fare quando e in quanto tempo. Ma l’elemento chiave si trova proprio quando si chiude la porta dell’ufficio, infatti le ore dopo il lavoro devono essere sfruttate per se stessi o per gli altri, dedicarsi ad un hobby, stare con i figli, uscire con le amiche e non controllare l’email, sistemare i documenti o chiamare colleghi e capo. Ma per finire anche sul lavoro serve qualche piccola attenzione, tra queste non saltare le pause e non pranzare davanti al pc.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI