Il tempo che sfugge

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Riuscire a rendere produttiva ogni giornata lavorativa, ecco come.

La giornate sul lavoro sono spesso lunghe e difficili, proprio per questo si tende a perdere tempo e distrarsi.

Più vacanze, più efficienza e produttività

Le distrazioni sul lavoro nascono per le motivazioni più varie dalla stanchezza fino alla poca passione e motivazione verso il proprio lavoro. In qualsiasi caso ci troviamo, le distrazioni sul lavoro se non frenate sono tantissime e spesso mettono a rischio lavoro e carriera, questo perché non si parla di alcuni attimi che dividono l’attenzione dal lavoro, ma per alcuni lavoratori si parla di più ore al giorno. Distrarsi in continuazione oltre a non fare bene al proprio stato psico-fisico danneggia anche il proprio lavoro, i progetti necessitano di concentrazione e attenzione, elementi spesso carenti per chi tende a preferire social e chiamate. Per evitare di cadare in tentazione si deve imparare a gestire le proprie energie, se bisogna dedicarsi ad un lavoro importante si devono fare delle pause per recuperare l’energia, concentrarsi senza pausa ad un lavoro difficile vi porterà delle conseguenze anche per il futuro. Bisogna quindi avere un’ottima gestione del tempo, dividere il lavoro in maniera tale che non rimanete al lavoro oltre 7-8 ore, ed inoltre devono essere inserite anche le rispettive pause. Le conseguenze di stress e depressione possono essere permanenti è importanti per non arrivare a perdere il proprio lavoro, correggere da subito le abitudini sbagliate.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU