Lasciare il lavoro senza pentirsi

di Teresa Barone

scritto il

Come intraprendere un nuovo percorso professionale con la certezza di fare la scelta giusta.

Le motivazioni che portano a lasciare un impiego e iniziare un nuovo percorso sono molteplici, tuttavia capita a molti professionisti di pentirsi di aver compiuto tale scelta.

=> Se il manager vuole cambiare lavoro 

Secondo un’indagine promossa da Accountemps, il 28% del campione di lavoratori intervistati prova rammarico pensando agli ex colleghi, mentre il 20% teme di non ritrovare più un capo e un mentore all’altezza dei precedenti.

Spesso, chi cambia lavoro vorrebbe tornare sui suoi passi ma solo in vista di una retribuzione migliore e di maggiori opportunità di crescita, oppure in cambio di maggiore flessibilità.

Per limitare il rischio di compiere la scelta sbagliata, la decisione di lasciare il lavoro dovrebbe essere preceduta da una serie di riflessioni. Affrontare l’insoddisfazione è il primo passo, provando a discuterne le cause con il proprio manager e a trovare una possibile soluzione.

=> Scopri tutte le offerte di lavoro

Anche prendersi una pausa può aiutare a considerare pro e contro più lucidamente, così come indagare sulle condizioni del mercato del lavoro e sulle possibili opportunità offerte dalle altre aziende.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!