Figli e lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

I bambini a scuola i genitori a lavorare, ecco quando servono gli asili aziendali.

Il lavoro porta via molto tempo e spesso per chi ha dei figli tutto questo può rivelarsi complicato.

Part-time e famiglia, il sogno maschile

Esistono degli aiuti che agevolano la vita familiare, tra questi gli asili aziendali. In pratica il nido aziendale è un asilo aperto all’interno di una struttura aziendale che accoglie bambini di età compresa tra i 3 e i 36 mesi. Ovviamente la locazione dell’asilo non modifica in nessun modo la professionalità dei maestri all’interno o la tipologia di istruzione, al contrario aiuta i dipendenti a conciliare meglio le problematiche famiglia lavoro. Infatti l’organizzazione anche per gli orari è basata tenendo in considerazione sia le necissità individuali che aziendali, infatti gli asili nidi aziendali offrono orari di frequenza flessibili e combinazioni orarie di vario tipo, studiati specificatamente insieme all’azienda stessa.

Manager: favorire l’equilibrio lavoro-famiglia

Bisogna dire però che spesso i costi troppo elevati e le distanze da nonni e baby sitter portano a trasformare questo aiuto come qualcosa di pocco fattibile. Per questo ad oggi, con i nuovi benifit presenti, i lavoratori preferiscono altri tipi di aiuti come i voucher per pagare l’asilo, la scuola, i libri di testo o i bonus per baby sitter e badanti. Questi tipi di benefit infatti sono più flessibili e danno la possibilità scegliere in autonomia il percorso migliore per genitori e bambini.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

I Gruppi saranno il futuro di Facebook?