Offerte da scegliere

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Divisi tra due offerte di lavoro simili, ecco come scegliere la migliore.

Quando si cerca lavoro ci si presenta alle aziende che più interessano, può per questo capitare di ritrovarsi davanti due offerte di assunzione, ma come scegliere?

Selezione e salario

Se si arriva ad avere dubbi e confusione, sicuramente si parla di due proposte molto simili ed entrambe molto allettanti. In questo percorso specifico bisogna però sempre ricordare che nulla è identico e ci sarà sempre qualcosa più adatto alle proprie esigenze, anche se non è sempre facile capirlo. Inizialmente tra la positivià e la gioia si festeggiano le due nuove possibilità, si tende però ad allontanare e mettere in confusione i punti focali delle due proposte. Per questo è importante, dopo i primi momenti di euforia, di mettersi a tavolino e valutare punto per punto le due aziende con ciò che si aveva in mente per ora e per il futuro. L’aiuto concreto in questa difficile sceltà è infatti proprio la proiezione nel futuro, quando si comincia un percorso è fondamentale guardare avanti e domandarsi, tra tot anni quali possibilità potrà dare quella determinata aziende? Soltanto questa risposta potrebbe già mettere in chiaro la situazione. Nello specifico si parla di possibilità di crescita riferito sia alla carriera che alla retribuzione, non sempre lo stipendio attuale più allettante è il migliore, perché magari l’azienda con la retribuzione più bassa nel futuro ha una possibilità di crescita maggiore dell’altra.

 

I buoni propositi del lavoro

Tutto questo deve essere poi focalizzato sul settore specifico in questione, ma comunque alla fine la sintesi rimane sempre quella di guardare più in là negli anni. Dopo la possibilità di crescita è importante dare uno sguardo anche alle aziende, l’ambiente di lavoro è fondamentale, per questo fare uno studio sulla realtà aziendale può sfavorire o favorire un’azienda piuttosto che l’altra. Non si deve infatti mai guardare la singola offerta ma anche l’azienda a 360 gradi, proprio per trovare la situazione più adatta alle proprie esigenze. Per capire si parla ad esempio di flessibilità degli orari, luoghi di lavoro e la distanza casa-ufficio. Se poi si hanno ancora dubbi si possono verificare anche i benefit e le varie agevolazioni di entrambe le aziende. In ogni caso è fondamentale non avere fretta, serve del tempo per capire e per decidere, trovarsi tra due scelte non è mai facile perché si ha sempre paura di prendere la strada sbagliata. In tutto questo dopo un’accurata analisi personale può essere d’aiuto confrontarsi con il nucleo familiare oppure con l’amico fidato, per avere un confronto, anche se la scelta alla fine può essere solo personale. Infine non dimenticare mai la prima impressione, spesso le sensazioni aiutano a scegliere il percorso più adatto alle proprie esigenze e soprattuto adatto alla salute e al benessere personale, per questo non bisogna focalizzarsi mai solo sulla retribuzione.

Fonte Immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Come imporsi sui competitor