Social marketing: vademecum per la stagione estiva

di Redazione PMI.it

scritto il

Come migliorare il business online e sui social: vademecum per la stagione estiva stilato da SumUp insieme al Social Media Coach Davide Dal Maso.

Se l’importanza del social media marketing negli ultimi anni è cresciuta rapidamente, oggi a fronte dell’emergenza da Coronavirus ancora in atto prestare particolare attenzione alle strategie social e ai messaggi che vengono veicolati attraverso questi canali per le imprese diventa cruciale.

Nella consapevolezza che la rivoluzione digitale rappresenta oggi un valore aggiunto per tutti gli operatori del settore, supportandoli nella ripartenza, vediamo quali sono i consigli contenuti nel vademecum messo a punto da SumUp, la Fintech leader nel settore dei pagamenti digitali con mobile POS, insieme al Social Media Coach, Davide Dal Maso, per capire come facilitare il business nella stagione estiva grazie a online tool e social network.

Vademecum per la stagione estiva

Per migliorare il proprio business online e sui social in questa stagione turistica che per molte aziende può rappresentare un’occasione di rilancio dopo il lockdown, SumUp e Dal Maso consigliano di:

  1. targettizzare la pubblicità di Facebook in base alla localizzazione, per intercettare chi si trova nella stessa area e aumentare la possibilità di avvicinare i turisti alle piccole attività durante il loro soggiorno;
  2. potenziare il profilo commerciale sulla piattaforma Google My Business, inserendo localizzazione e informazioni esaustive e magari compilando la sezione dedicata ai prodotti, per promuovere l’acquisto online e la consegna tramite delivery;
  3. perfezionare il naming dell’impresa su Google My Business per migliorare il posizionamento tra i risultati di ricerca di Google, possibilmente rendendolo più riconoscibile per i turisti stranieri, oppure includendo nel nome la categoria di prodotto offerta. Ad esempio, Gioielleria Dal Maso Capri (nome dell’impresa e localizzazione) – Gioielli Italiani (categoria di prodotto offerta);
  4. attivare shop social su Instagram così da poter raggiungere contatti ovunque nel mondo per vendere i propri prodotti, indipendentemente dalla dimensione deella propria azienda;
  5. comunicare fiducia sui social, fondamentale sempre e ancor di più dopo un periodo di crisi. Le Instagram Stories rappresentano lo strumento ideale per questo scopo, ad esempio pubblicando contenuti che mostrino le strategie messe in atto per rispettare le attuali normative in materia di salute e sicurezza;
  6. riportare le recensioni dei clienti, intervistando i clienti soddisfatti pubblicando poi i video su Facebook e Instagram, oppure collezionando recensioni su Facebook e Google. Il risultato è quello di dare vita ad una vera e propria campagna pubblicitaria in cui i turisti stessi confermano l’esperienza positiva nel luogo in cui si recano abitualmente;
  7. restare in contatto con i propri clienti: in questo ambito WhatsApp rappresenta lo strumento ideale, anche nell’ottica di generare un rapporto personalizzato. Possibile anche creare delle liste broadcast per comunicare offerte o iniziative speciali agli utenti, il tutto gratuitamente;
  8. pubblicizzare il servizio di delivery sul sito del Comune o su altre piattaforme che consentano di informare un numero di clienti più ampio della propria offerta;
  9. registrare la propria posizione su Google Maps e Mappe Apple per non perdere l’occasione di essere visualizzati e localizzati dai clienti che stanno passando o passeranno dalle proprie parti.

=> SumUp Negozio online: e-commerce più facile

Il ruolo dei social media

L’importanza di mettere in atto queste strategie nasce dalla consapevolezza che il ruolo dei social media ha subito un cambiamento durante e dopo la crisi dovuta all’emergenza sanitaria da Covid-19, sia per i consumatori che per i commercianti.

Viviamo nell’era della “Reputation Economy“, in cui in misura sempre maggiore le persone scelgono se optare per un prodotto consegnato con servizio di delivery o recarsi fisicamente in un negozio in base alle recensioni online.

Sottolinea Davide Dal Maso. In questo percorso è fondamentale integrare il negozio fisico agli strumenti online, ma anche comunicare al cliente un’immagine positiva, magari facendosi conoscere meglio, mettendoci la faccia, raccontando il team che opera dietro l’azienda. In questo modo, si ottimizza la promozione del business fidelizzando i clienti.

=> Micro community social per fare brand

Umberto Zola, Country Growth Lead Italia di SumUp, racconta le iniziative avviate dalla propria azienda in questo ambito:

Ogni attività commerciale ha esigenze diverse e, soprattutto in questo momento, vogliamo far sì che diventi più semplice anche la vendita online e sui social, permettendo di convertire facilmente il proprio business al digitale.

Nelle ultime settimane, con SumUp abbiamo implementato una serie di soluzioni e strumenti come i Pagamenti via Link e il Negozio Online, e stretto accordi con Facebook e Google My Business per promuovere i Buoni Acquisto, tramite i quali chiunque può supportare le piccole imprese comprando direttamente sui social e su Google i Buoni Acquisto dei commercianti che utilizzano SumUp.

I Video di PMI

L’importanza degli influencer sui social