Stress lavoro: le regole dal 31 dicembre

di Noemi Ricci

scritto il

Dal 31 dicembre la nuova normativa obbliga i datori di lavoro ad effettuare la valutazione del rischio di stress lavoro-correlato: consigli e regole per un ambiente lavorativo idoneo.

Con la circolare ministeriale del 18 novembre 2010 sono state pubblicate le indicazioni per la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, cui sono tenute le aziende per garantire piena salute e sicurezza ai dipendenti (articoli 6, comma 8, lettera m-quater e 28, comma 1-bis del decreto legislativo n.81/2008.

La nuova normativa tutela dei lavoratori, entrerà in vigore dal 31 dicembre 2010.

Diverse le buone pratiche che è possibile mettere in atto in azienda: tenere sotto costante controllo i livelli di stress del personale, identificarne i fattori scatenanti; effettuare valutazioni periodiche degli “stressor”; utilizzare strumenti di analisi; organizzare eventi volti a sfogare lo stress e, sorattutto (utopia?) mettersi a disposizione per ascoltare eventuali richieste di aiuto.

Il tutto, tenendo presente che le cause di stress che incidono sulla produttività del personale possono essere di diverso tipo: sfera personale, problemi economici, clima aziendale, competizione, rapporti con colleghi e capo.

Sono numerosi gli studi che confermano l’importanza di un ambiente lavorativo sereno: solo mantenendo alto il livello di benessere organizzativo si potranno ottenere lavoratori motivati e impegnati nell’incrementare la produttività aziendale. Le aziende lo capiranno? Ci vogliamo credere?

I Video di PMI

Legge di Bilancio: l’iter istituzionale