Tratto dallo speciale:

Agevolazione contributi: nuove procedure Durc

di Noemi Ricci

scritto il

Con la circolare 34/2008 del Ministero del Lavoro, in tema di agevolazioni contributive e normative per le aziende, viene specificata la nuova procedura e i termini per l'invio dell'autocertificazione Durc

Semplificazioni in arrivo anche per il Documento unico di regolarità contributiva, più comunemente chiamato Durc? Forse sì forse no: novità sull’autocertificazione da inviare agli enti previdenziali ed assicurativi per usufruire di agevolazioni normative e contributive da parte delle aziende.

Il Ministero del Lavoro ha infatti diffuso ieri la circolare 34/2008 in cui viene specificata la nuova procedura per l’invio dell’autocertificazione.

Il Durc dovrà essere indirizzato unicamente e direttamente alle direzioni provinciali per il lavoro, entro aprile 2009 tramite raccomandata o consegna a mano.

Il cosiddetto possesso del Durc implicherà di per sé una procedura di verifica dei presupposti per il suo rilascio, che viene attivata automaticamente in caso di richiesta di benefici di carattere contributivo da parte del datore di lavoro.

Quest’ultimo deve necessariamente autocertificare l’inesistenza di provvedimenti amministrativi o giurisdizionali definitivi a suo carico sulle violazioni previste dall’allegato A del Dm 24 ottobre 2007.

L’intervenuto sulla procedura Durc elimina, tra l’altro, l’obbligo di invio del modello SC 37 richiesto dall’InNPS, l’autocertificazione per l’autoliquidazione 2007-2008 e le istanze 20 e 24 Mat previste dall’INAIL.

I Video di PMI

DURC online, procedura di rilascio