Riforma RC auto e moto: risparmi del 40%

di Barbara Weisz

scritto il

Emendamento al Decreto Fiscale su polizze rc auto e moto, nuove o rinnovate: classe di rischio più favorevole per tutti i veicoli e tutta la famiglia.

Rc auto e moto di tutta la famiglia più conveniente per chi sottoscrive o rinnova l’assicurazione: un emendamento approvato al Decreto Fiscale permette di applicare la classe di merito più vantaggiosa fra quelle dei veicoli già posseduti, estendendola anche al nucleo familiare. Secondo le stime, la modifica comporterà un risparmio medio a famiglia tra il 30 e il 40% sulle polizze.

La modifica è contenuta nell’articolo 55 bis del dl 124/2019, che va a modificare l’articolo 134 del dlgs 209/2005. E prevede che la classe di rischio più bassa (quindi più favorevole) fra quelle già conseguite su un determinato veicolo, si debba applicare non solo nel caso di acquisto di una nuova auto, ma anche in sede di rinnovo.

Quindi, in virtù della modifica di legge, l’impresa di assicurazioni:

non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato.

Devono sussistere le seguenti condizioni: niente incidenti con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi cinque anni, sulla base delle risultanze dell’attestato di rischio. La novità è applicabile dalle persone fisiche già titolari della precedente rc auto e da tutti i familiari.

=> Decreto fiscale, tutte le modifiche alla Camera

Stessa regola (classe di rischio più favorevole già applicata) nel caso di acquisto di un nuovo veicolo di tipologia diversa da quello o da quelli già posseduti dal titolare o dai suoi familiari. Quindi, se il proprietario di un’automobile acquista una moto, non si può applicare una classe di rischio più sfavorevole di quella prevista per la vettura già assicurata. Anche in questi caso, la norma si applica al titolare della rc auto e a tutti i suoi familiari.

I Video di PMI

Consultazione dei sussidi di disoccupazione INPS