APE Volontario, arretrati fuori tempo?

di Barbara Weisz

scritto il

A rischio l'opzione sugli arretrati 2017 per chi non ha presentato ancora domanda di certificazione INPS: come chiedere gli arretrati per l'APE volontario.

Chi intende chiedere l’APe volontario con gli arretrati 2017 deve presentare domanda entro il 18 aprile: la scadenza si avvicina, quindi opportuno affrettare i tempi, C’è comunque il rischio di non riuscire a terminare la pratica entro la scadenza. In base alle istruzioni contenute nella circolare INPS, infatti, non è chiaro se l’adempimento vada effettuato solo se già in possesso della certificazione del diritto a ottenere l’anticipo pensionistico. Le indicazioni sono contenute nel capitolo della circolare INPS 28/2018 relativo alla presentazione della domanda di APE, che segue l’ottenimento della certificazione del diritto.

=> Arretrati APE Volontaria a rischio

Per la richiesta di APE con arretrati, al fine di ottenere la corresponsione di tutti i ratei maturati dalla data della decorrenza dell’APE, bisogna presentare la domanda entro il 18 aprile 2018. Se però – secondo l’interpretazione più diffusa – bisogna essere già in possesso della certificazione del diritto, esercitando l’opzione per gli arretrati insieme alla presentazione della domanda di APE vero e proprio, i tempi potrebbero troppo stretti per coloro che non hanno ancora presentato la domanda di certificazione del diritto.

L’INPS ha 60 giorni di tempo per rispondere, quindi chi ha presentato domanda dopo il 18 febbraio rischia di non riuscire ad avere la documentazione per esercitare l’opzione sugli arretrati. In ogni caso, il consiglio anche per chi non ha ancora chiesto il diritto di accesso all’APE, è quello di inviare la richiesta il più velocemente possibile, eventualmente indicando la volontà di chiedere la retroattività.