Tassonomia XBRL per i Bilanci 2015, proroga in arrivo

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Proroga in vista per la nuova tassonomia XBRL per il deposito 2015 dei bilanci d’esercizio per le società di capitali redatti secondo i principi contabili nazionali.

A partire dal 2015 circa un milione di società italiane non-quotate avrebbero dovuto iniziare a formulare tutto il bilancio nel nuovo formato elettronico elaborabile XBRL (eXtensible business reporting language), con l’obiettivo di rendere più agevole l’impiego del nuovo tracciato informatico, migliorando la trasparenza, la comparabilità e la fruibilità delle informazioni di bilancio.

=> Bilancio: dal 2015 deposito integrale in XBRL

La nuova tassonomia integrata dovrà essere obbligatoriamente impiegata a partire dal 3 marzo 2015 da tutte le società di capitali italiane tenute alla redazione del bilancio, con eccezione per quelle che utilizzano i principi contabili internazionali, per il deposito al Registro delle imprese dei conti annuali, redatti secondo le disposizione civilistiche, riferiti a periodi amministrativi chiusi a partire dal 31 dicembre 2014. O almeno questa era la data inizialmente prevista, che ora però potrebbe slittare in avanti di 30 giorni.

=> Online la tassonomia XBRL per i Bilanci 2015

La proroga è stata proposta dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, o meglio quello che si vorrebbe fare è di porre il 3 marzo come scadenza per l’approvazione del bilancio, invece che per il deposito, onera al quale sarebbe possibile adempiere entro i 30 giorni successivi.