RLI: nuove regole per i contratti di locazione

di Noemi Ricci

scritto il

Aggiornate le regole per il modello RLI (Registrazione Locazioni Immobili) da parte dell'Agenzia delle Entrate e di conseguenza il software RLI.

Aggiornate le regole per i contratti di locazione e le istruzioni del modello RLI da parte dell’Agenzia delle Entrate. Il modello RLI (Registrazione Locazioni Immobili), lo ricordiamo, ha sostituito dal 3 febbraio 2014 i modelli 69, Siria, Iris e RR per le registrazioni dei contratti di locazione e affitto di immobili e per comunicarne eventuali proroghe, cessioni o risoluzioni, oltre che per esercitare l’opzione del regime agevolato della cedolare secca.

=> Locazioni, ecco il Modello RLI per registrare gli affitti

Nuove regole

Le nuove indicazioni dell’Agenzia prevedono che nel modello RLI si indichi:

  • nella casella “rendita catastale” il reddito dominicale e non quello agrario;
  • nel campo annualità, l’anno per il quale si è effettuato il pagamento;
  • il codice 5 “Conguaglio d’imposta”, nel caso in cui si segua la procedura telematica.

Vengono poi introdotti per i casi particolari i codici per la sublocazione (solo senza opzione della cedolare secca) e quello che consente il pagamento dell’intera imposta di registro per tutte le annualità, anche in caso di presenza di canoni diversi per una o più annualità.

=> Locazioni a canone concordato: contratto e tassazione

Software RLI

Conseguentemente alla pubblicazione delle nuove istruzioni, l’Agenzia ha aggiornato il software “Contratti di locazione e affitto di immobili (RLI)”, disponibile sia per gli utenti Windows e per gli utenti MacIntosh, per la creazione e il controllo del file telematico. Prima dell’invio del file, tuttavia, è necessario che i contribuenti lo sottopongano alla verifica del modulo di controllo disponibile su questo sito e sui siti dei servizi telematici. Per l’utilizzo del software è necessario avere installata la Java Virtual Machine versione 1.7, che permette di usufruire delle applicazioni direttamente dal web. La versione del software: 1.0.2 del 01/07/2014 segue quindi:

  • l’aggiornamento del controllo campi “Contratto Soggetto IVA” e “Soggettività IVA”;
  • l’aggiornamento dei dati in presenza di garanzie;
  • l’aggiornamento in caso di intera durata per tipologie L3, T2, T4;
  • l’implementazione del calcolo automatico copie in presenza di allegati;
  • la modifica del controllo campi obbligatori in caso di tardività (in accoglienza);
  • l’integrazione dei codici per i casi particolari;
  • l’inserimento dell’ipotesi conguaglio di imposta;
  • l’ampliamento della compilazione Tipo catasto (Terreni/Urbano) per i fabbricati rurali;
  • la modifica del controllo campo indirizzo in caso di terreni.

I Video di PMI

Cedolare secca: rinnovo su contratti in proroga