Modelli IVA 2013 online: più opzioni per la scelta del regime

di Noemi Ricci

scritto il

Online i modelli IVA 2013 definitivi: IVA/2013, IVA Base/2013, IVA 26Lp/2013, Comunicazione annuale dati IVA e IVA 74-bis, con tutte le novità fiscali e normative introdotte da quest'anno.

Pronto il pacchetto IVA 2013: l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili online modelli e istruzioni di compilazione. Si tratta della versione definitiva di “IVA/2013”, “IVA Base/2013” e “IVA 26Lp/2013”.
Per la “Comunicazione annuale dati IVA” e “IVA 74-bis” il modello di riferimento è lo stesso del 2012, ma dall’Agenzia arrivano le nuove istruzioni.

Le novità in tema di IVA introdotte nei modelli sono state ufficializzate con tre provvedimenti direttoriali pubblicati il 16 gennaio 2013:

=> Leggi le nuove norme 2013 in tema di IVA

IVA 2013 e IVA Base

I modelli di dichiarazione “IVA/2013” concernenti l’anno 2012, devono essere presentati nell’anno 2013 dai soggetti passivi tenuti alla presentazione autonoma della dichiarazione annuale e da quelli che devono presentare la dichiarazione da inserire in UNICO 2013.

Questi, se in possesso di determinate condizioni, possono usare anche il modello “IVA Base/2013”.

=> Leggi le regole 2013 per fatturazione e IVA

IVA 26 Lp

I modelli “IVA 26Lp” deve essere utilizzato dalle società capogruppo per il riepilogo delle liquidazioni periodiche effettuate dalle società controllate da presentare all’agente della riscossione competente per territorio.

Comunicazione IVA

La “Comunicazione annuale dati IVA” va presenta entro il 28 febbraio per dare indicazione dei dati contabili riepilogativi delle operazioni effettuate nell’anno solare precedente a quello di presentazione. Si tratta di un adempimento che serve all’UE per quantificare il contributo che ogni Stato Membro deve versare al bilancio comunitario.

=> Approfondisci le modalità di dichiarazione IVA

IVA 74-bis

Il modello “IVA 74-bis” deve invece essere utilizzato in caso di dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa e va trasmesso per via telematica dal curatore o commissario liquidatore entro quattro mesi dalla nomina.