Puglia: IRPEF ridotta per i redditi bassi dal 2013

di Teresa Barone

scritto il

IRPEF ridotta per i ceti più deboli: lo annuncia il Presidente della Regione Puglia Nchi Vendola.

Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha presentato il bilancio di previsione 2013 dell’ente annunciando il taglio dell’IRPEF regionale a partire dal prossimo anno, ma solo per le fasce di reddito più basse.

=> Meno tasse regionali in Puglia: appello a Vendola

Alleggerire la pressione fiscale sui cittadini, infatti,  uno degli obiettivi primari del Governo regionale, e si concretizzerà con la riduzione del prelievo da 0,3 a 0,1 per i redditi imponibili che vanno da 0 a 15 mila euro, e da 0,3 a 0,2 per i redditi dai 15 mila euro ai 28 mila euro.

Il piano regionale per il 2013 si basa anche su altri punti chiave, come il potenziamento della copertura delle borse di studio universitarie fino al 75% e lo stanziamento di nuove risorse per la ricostruzione delle zone devastate dal recente tornado, come Statte, come annunciato dallo stesso Vendola:

=> IRPEF, IRAP e IRES 2012: in scadenza acconto

«Nonostante i tagli terribili che abbiamo subito, andiamo oltre il raddoppio delle bozze di studio passando dal 35 a circa il 75% delle bozze coperte. Facciamo un intervento importante per le città piegate da eventi meteorologici estremi, che sono Statte e Taranto, con un intervento significativo di sostegno per ristorare i danni che vi sono stati, portiamo 5 milioni di euro in più per il Centro salute e ambiente per Taranto e soprattutto  alleggeriamo la pressione fiscale sui pugliesi.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Puglia