Tratto dallo speciale:

Sanatoria Equitalia con adesioni record: guida rapida

di Barbara Weisz

scritto il

Definizione agevolata delle cartelle Equitalia in scadenza il 31 marzo: 340 milioni di euro versati da 90mila contribuenti che hanno già aderito, le regole per farlo nei termini previsti.

I contribuenti che hanno finora hanno aderito sanatoria delle cartelle Equitalia sono circa 90mila, regolarizzando con il Fisco somme a ruolo per oltre 340 milioni di euro, con un affluenza in calo negli ultimi giorni rispetto a quella registrata a fine febbraio. Lo ha riferito la stessa società di riscossione, ricordando che i termini per l’adesione al mini-condono sono stati estesi fino al 31 marzo, slittati in virtù della proroga nel decreto Salva Roma ter (Dl 16/2014, in Gazzetta Ufficiale del 6 marzo).

=>Guida alla sanatoria Equitalia

Istruzioni

E’ possibile sanare cartelle esattoriali e avvisi di accertamento pagando l’importo dovuto, le sanzioni, l’aggio di riscossione e le spese di notifica, ma senza interessi di mora e di ritardata iscrizione a ruolo. L’opzione non riguarda le pendenze contributive, mentre invece è possibile pagare con l’agevolazione i ruoli emessi da uno dei seguenti enti (consulta l’elenco completo):

  • Agenzie fiscali (Entrate, Demanio, Territorio, Dogane e Monopoli),
  • Uffici statali (ministeri, prefetture…),
  • Enti locali (Regioni, Province, Comuni…).

Una cartella emessa da un soggetto diverso da quelli elencati non rientra nella sanatoria. Sono esclusi anche i tributi non riscossi direttamente da Equitalia e le somme dovute per effetto di sentenze di condanna della Corte dei Conti.

C’è infine un requisito temporale: sono sanabili solo le cartelle affidate all’agente della riscossione entro il 31 ottobre 2013. L’informazione si desume dall’estratto di ruolo, che si può chiedere presso gli uffici Equitalia. In generale, l’agente della riscossione consiglia di rivolgersi ai propri uffici per qualsiasi dubbio, anche per i metodi di pagamento.

=>Sanatoria Equitalia: come si paga

Equitalia ricorda che si paga o effettuando il versamento agli sportelli Equitalia o tramite bollettino F35. In questo caso bisogna indicare nel campo “Eseguito da” oltre ai dati personali, anche la dicitura “Definizione Ruoli – L.S. 2014“. L’agente della riscossione consiglia di utilizzare un bollettino diverso per ognuna delle cartelle/avvisi che si vuole pagare in forma agevolata.

I Video di PMI

Cartella esattoriale nulla: regole e sentenze