Detassazione straordinari: gli accordi 2012

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Detassazione straordinari, gli accordi rinnovati per l'anno d'imposta 2012: Confprofessioni Bolzano; Confapi Piacenza; Confindustria Ragusa.

Detassazione straordinari per incrementi della produttività aziendale, arriva a Bolzano da Confprofessioni il primo accordo 2012 che prevede agevolazioni fiscali per le parti variabili della retribuzione percepita i lavoratori dipendenti impiegati presso i datori di lavoro associati alle parti firmatarie.

Rinnovato per il periodo d’imposta 2012 anche l’accordo territoriale tra Confapi Piacenza, CGIL, CISL e l’Accordo Quadro provinciale tra Confindustria Ragusa e Cgil, Cisl, Uil.

La detassazione agevolata degli straordinari, che prevede un’aliquota sostitutiva del 10% stabilita dalla Legge di Stabilità 2012 estendendo le misure sperimentali del DL 93/2008, trova applicazione qualora il surplus lavorativo sia orientato ad incrementare produttività, efficienza e innovazione delle imprese e degli studi professionali coinvolti dall’accordo.

Accordo Confprofessioni Bolzano

L’accordo di Confprofessioni si applica ai datori di lavoro associati o che rispettino integralmente Ccnl, contratti integrativi, accordi vigenti o il contratto di primo livello del proprio settore.

Vengono considerati orientati all’incremento della produttività il lavoro straordinario, supplementare, notturno, festivo; l’indennità di turno, di presenza e per distribuzione dell’orario di lavoro su sei giorni settimanali; la frequenza di corsi di aggiornamento professionale; il salario di produttività di settore; le provvigioni; le maggiorazioni legate alla “banca ore”; la monetizzazione di permessi ed ex festività non godute o delle ferie nei limiti di legge; indennità di stagionalità; reperibilità; trattamenti premiali “una tantum”; compenso per lavoro supplementare.

I firmatari: Confprofessioni Sudtirol/Alto Adige insieme a Unione Albergatori – Hgv, Unione Commercio Turismo e Servizi – hds, Confesercenti, Apa/Lvh, Cna/Shv, Sudtiroler Bauernbund, Legacoopbund, Confcooperative, Raiffeisenverband Sudtirol, Agci (Associazione Generale Cooperative italiane), Asgb (Unione sindacati autonomi altoatesini), Cgil/Agb, Sgb Cisl e Uil Sgk.

Accordo Confapi Piacenza

L’accordo 2012 sulla detassazione degli straordinari rinnova quello stipulato nel corso del 2011 e fa riferimento a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa testimoniati dall’andamento economico o dagli utili aziendali o da altri elementi che dimostrino il miglioramento della competitività aziendale.

L’agevolazione fiscale riguarda anche dalle imprese aventi sedi o stabilimenti al di fuori della provincia di Piacenza o del territorio di riferimento e ad eventuali intese aziendali o pluriaziendali.

«Un tassello importante in tema di relazioni industriali tra Confapi e le Parti Sociali, che vede la nostra Confederazione molto attiva nel definire un percorso di condivisione tra le esigenze delle Pmi ed i necessari strumenti a sostegno del dialogo e della bilateralità», ha commentato il Presidente di Confapi Piacenza Pier Maria Mantelli.

Accordo Confindustria Ragusa

Anche le imprese aderenti a Confindustria Ragusa, anche situate fuori dalla Provincia, potranno continuare a beneficiare dello sconto fiscale previsto per straordinari orientati all’incremento della produttività per un massimo di 6 mila euro, a patto di non superare il tetto di 40 mila euro di reddito.

Per il periodo d’imposta 2012 la detassazione degli straordinari si applicherà anche all’istituto della Riduzione di Orario di Lavoro (ROL) non fruiti.

Un accordo che per il Presidente di Confindustria Ragusa, Enzo Taverniti, e i Segretari Provinciali di CGIL, Giovanni Avola, CISL, Vincenzo Romeo, e UIL, Giorgio Bandiera testimonia il «senso di responsabilità con cui le organizzazioni firmatarie interpretano il proprio ruolo di Parti Sociali» e che «se si lavora insieme per il bene comune,si può ancora di più svolgere la funzione primaria di proposta e di costruzione delle condizioni favorevoli per l’attività di imprenditori e lavoratori che sanno innovare e migliorare i risultati delle proprie attività produttive e lavorative».