Tratto dallo speciale:

Fatturazione elettronica, istruzioni per fornitori INPS

di Barbara Weisz

scritto il

Regole e specifiche tecniche di compilazione delle fatture elettroniche verso l'INPS, obbligatorie dal 6 giugno 2014: tutti i casi e gli esempi.

Dopo l’Agenzia delle Entrate, anche l’INPS trasmette le istruzioni per la fattura elettronica, obbligatoria per tutti i fornitori dallo scorso 6 giugno (DM 55/2013). Per ogni tipologia di contratto (come quelli di e-procurement) sono state aggiornate le specifiche regole da seguire, corredate da utili esempi di compilazione e file XML e codici identificativi di gara.

=>Fattura elettronica: come si effettua l’invio alla PA

Stesso discorso per le fatture relative a servizi professionali. Qui i file XML possibili sono più numerosi: varie tipologie di spese legali, mediche, notarili, tecnico-specialistiche. Ci sono poi le regole per le fatture relative ad altri servizi, come quelli per le locazioni passive, le utenze (idriche, elettriche, gas) e i servizi aeroportuali.

=> Guida rapida alla fattura elettronica

Come nel caso delle fatture verso l’Agenzia delle Entrate, anche quelle dirette all’INPS – nel caso in cui riguardino gare – devono riportare lo specifico codice CIG (codice identificativo gara), il codice del contratto e quello della sede INPS di riferimento.

Fattura Elettronica: Guida per fornitori del Fisco

Stesso discorso per le convenzioni, che riguardano in particolare i soggetti abilitati all’assistenza fiscale per le prestazioni assistenziali, comprese quelle collegate al reddito e per la certificazione ISEE, le strutture alberghiere collegate a cure termali e quelle relative ai servizi per l’infanzia.

 

I Video di PMI

Calcolo ISEE: simulatore INPS online