Cedolare secca anche per imprese: nuovo modello RLI

di Redazione PMI.it

scritto il

Approvato il modello RLI che recepisce le novità della Legge di Bilancio 2019 in tema di cedolare secca per gli immobili commerciali.

L’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello per la “Richiesta di registrazione e adempimenti successivi – contratti di locazione e affitto di immobili” (modello RLI), con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica. L’approvazione del nuovo modello RLI, in cui trova spazio l’opzione per la cedolare secca sugli immobili commerciali, si era resa necessaria per recepire le nuove disposizioni e le indicazioni di prassi pubblicate dopo l’approvazione del precedente modello, nonché per tener conto delle esigenze manifestate dagli operatori.

=> Scarica il modello RLI e le relative istruzioni

Cedolare secca immobili commerciali

In particolare, il nuovo modello RLI consente di richiedere la registrazione, di comunicare proroghe, cessioni, subentri e risoluzioni dei contratti di locazione e affitto di beni immobili, nonché di esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca, anche per i contratti aventi ad oggetto unità immobiliari commerciali di categoria catastale C/1 e relative pertinenze, ai sensi della legge di Bilancio 2019.

=> Cedolare secca estesa: i Comuni in cui è applicabile

Periodo transitorio

Fino al 19 maggio 2019 sarà ancora accettato il modello precedentemente approvato, mentre a partire dal 20 maggio 2019 si dovrà utilizzare esclusivamente il nuovo modello RLI.

La presentazione telematica del modello può essere effettuata anche presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti non obbligati alla registrazione telematica dei contratti di locazione.